In barella trasportata per 100 minuti a piedi

Il Soccorso alpino ha trasportato a piedi  l’infortunato
Il Soccorso alpino ha trasportato a piedi l’infortunato

La scarsa conoscenza dei luoghi abbinata ad un po’ d’ imprudenza ha fatto passare ore di paura ad una coppia di giovani tedeschi. Lunedì sera il Soccorso alpino di Verona è stato allertato da due escursionisti in difficoltà che si erano persi scendendo dai Piombi verso Malga Fiabio, lungo il sentiero numero 7 classificato dalla cartine come un percorso abbastanza impegnativo. Lei 23 anni, lui 28 non sapevano in pratica quale strada imboccare per scendere verso San Michele e pertanto hanno chiesto aiuto. Due soccorritori sono partiti subito una volta ottenute le coordinate e geolocalizzato il punto, lasciando i mezzi e proseguendo poi a piedi, finché non li hanno individuati. Giunti da loro però, li hanno trovati in abiti leggeri, privi di torcia, fradici da uno degli acquazzoni abbattutosi sul luogo. La ragazza inoltre lamentava un probabile trauma al ginocchio. Una squadra si è quindi mossa portando la barella. Dopo essersi riuniti, i soccorritori hanno steso sulla barella la giovane tedesca e l'hanno portata a spalla per un'ora e quaranta fino alla jeep e poi a Malga Fiabio, dove attendeva l'ambulanza. I ragazzi hanno però rifiutato il trasporto in ospedale e hanno chiesto di essere accompagnati a Malcesine. L’intera operazione è terminata a notte fonda.

S.J.