CHIUDI
CHIUDI

31.01.2020

I cent’anni di Maria «Il suo segreto? Dà e riceve affetto»

Oggi la signora Maria Berti, ospite della casa di riposo Pio Ricovero dottor Paolo Segattini, compie 100 anni. La signora Berti è nata a Rivoli nel 1920, dove risedeva la sua famiglia. Giovanissima si trasferì a Milano dove trovò lavoro come domestica di una famiglia benestante. A quell’epoca nonna Maria era fidanzata con Bruno, un ragazzo del paese, che venne arruolato nell’esercito, durante la seconda guerra mondiale e fu mandato in Russia. Bruno non tornò più, venne dichiarato disperso ma Maria lo aspettò invano per anni. Poi incontrò un altro uomo, Bruno Messetti, pure lui di Rivoli, e si sposarono. Per alcuni anni Maria e suo marito vissero a Rivoli, lavorando in campagna come mezzadri. Poi si trasferirono a Milano per fare i portieri di un signorile condominio della città meneghina. Maria e il marito però avevano una gran nostalgia della loro Rivoli. Così, una volta raggiunta l’età della pensione, ritornarono al paese natio. Rimasta vedova, la signora Maria si è dedicata con generosità al volontariato, aiutando gli anziani del paese. Poi in seguito a qualche problema di salute si è trasferita al Pio Ricovero. Riceve spesso visite dai nipoti che sono legati a lei. «Io e mio marito, e mia figlia con suo marito veniamo a trovarla regolarmente il fine settimana», spiega la nipote Antonietta Berti, che abita in provincia di Milano. «Oggi festeggeremo il compleanno della zia assieme a tutti gli altri parenti. C’è anche un nipote del primo amore di zia Maria, Bruno, disperso in Russia, che viene spesso a trovarla. Credo che sia l’affetto che dà e che riceve zia Maria sia il segreto della sua longevità». «Oltre ai familiari e agli amici», spiega il direttore del Pio Ricovero Elio Morini, «ci sarà il sindaco Gianni Testi, il presidente della Pro oco Albino Monauni e i soci della Pro loco». •

L.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie