GARDA

Gli studenti del Marie Curie celebrano la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Gli studenti del Marie Curie e la giornata internazionale contro la violenza sulle donne (foto Joppi)
Gli studenti del Marie Curie e la giornata internazionale contro la violenza sulle donne (foto Joppi)
Gli studenti del "Marie Curie" di Garda (Foto Stefano Joppi)

Hanno scelto un modo diverso gli studenti del «Marie Curie» di Garda per celebrare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Innanzitutto hanno usato lo spazio dell’assemblea d’istituto, poi hanno contattato Anna Piratti di Padova che da dieci anni propone in giro per le piazze d’Italia e all’estero il progetto: Toys?

 

Insieme hanno creato una installazione interattiva: i ragazzi sono stati introdotti al tema con un video per poi manualmente adoperarsi a vestire le decine e decine di bamboline, simbolo di «cose» e «merce» buttata senza dignità, posizionate al centro della palestra. A lato erano accumulati vestitini e nastrini dove gli studenti hanno attinto per vestire le bambole spogliate. In sintesi: al centro la violenza e la desolazione, e ai lati l’azione quotidiana semplice che ognuno può fare nel prendersi cura dell’altro.

Stefano Joppi