CHIUDI
CHIUDI

18.03.2020

Pilomat per l’accesso al centro Lavori sospesi, la fine a Pasqua

Barbara Bertasi Difficile pensare, in questi giorni di emergenza Coronavirus, a come potrebbe essere la prossima stagione turistica sul lago di Garda. Tuttavia l’Amministrazione di Garda, guidata dal sindaco Davide Bendinelli, ha iniziato i lavori di installazione di pilomat per delimitare «l’area pedonale urbana e favorire una maggiore sicurezza degli utenti che, in occasione delle manifestazioni e nelle giornate più belle, affollano il nostro centro», dice il sindaco. Le postazioni dei pilomat sono due, ciascuna dotata di due apparecchi: diffusori di transito comandabili elettricamente che si abbasseranno o si alzeranno secondo le necessità di delimitare l’area pedonale. Accanto a questi ultimi saranno istallati dei paletti d’acciaio con banda rifrangente amovibili all’ occorrenza. I lavori, iniziati in febbraio, prima dello scoppiare del Covis-19, riguardano via San Francesco d’Assisi e il lungolago Regina Adelaide nei punti che si trovano, in ambedue i casi , all’altezza del ponte sul Torrente Gusa. «Regolementeranno», dice Bendinelli, «anche gli accessi dei fornitori a bar, ristoranti e negozi del lungolago e del centro», precisa sempre il sindaco. Le autorizzazioni andranno chieste all’Ufficio della Polizia locale. Saranno diverse secondo le necessità e sulla base dell’ordinanza annuale che viene redatta per regolamentare il traffico. Disabili e residenti che devono usufruire di una autorimessa situata oltre questa barriera saranno sempre autorizzati a transitare. Dovranno in ogni caso comunicare, sempre all’Ufficio Polizia Locale, il numero di targa del veicolo usato. «Così le due strade di accesso maggiormente frequentate dai veicoli saranno limitate ai soli aventi diritto», osserva il sindaco ricordando che «questo lavoro è parte di un appalto di 50mila euro annui, per tre anni,affidato due anni fa. La gara ha previsto interventi ordinari e straordinari su tutto il sistema di videosorveglianza e su quello delle interdizioni al traffico». Le telecamere saranno rinnovate e incrementate distribuendole in punti del territorio comunale ora scoperti. «Oggi le telecamere sono un’ottantina. La qualità di quelle in arrivo sarà migliorata secondo i passi da gigante che la tecnologia sta facendo. Le precedenti installazioni, sia fisse sia mobili, saranno per quanto possibile adeguate a questi progressi» . In via San Francesco il passaggio di veicoli è interdetto per l’intera durata dei lavori che sono però stati fermati. «La nostra Amministrazione», spiega Bendinelli, «a prescindere dalle disposizioni governative, ha deciso di interrompere questo intervento comunale a causa dell’emergenza sanitaria in corso per tutelare gli operai e quanti altri stavano lavorando nel cantiere. Si auspica che possano terminare per Pasqua o, comunque, appena possibile. I tempi sono legati all’emergenza Covid- 19, un nemico invisibile. Ciò significa», ribadisce, «rispetto assoluto delle misure adottate dal Governo per prevenire e/o contrastare il contagio. La frase chiave, oggi, è «non uscite». E, visto che parliamo di traffico, raccomandiamo di non usare nemmeno l’auto». •

B.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie