CHIUDI
CHIUDI

26.04.2019

Il cacciatore inglese
in tv: «Ecco
il mostro del Garda»

Dice: «We think we may have found the Lake Garda monster», cioè pensiamo di aver trovato il mostro del lago di Garda. Lo annuncia Jeremy Wade dalla bacheca social della sua trasmissione River Monsters, lo show tv di pesca estrema più famoso del mondo, «spoilerando» parzialmente con una clip di 50 secondi le sue indagini nelle acque del lago di Garda.

 

LA «PREDA» esibita nel video è un pesce siluro di ragguardevoli dimensioni: si parla di 250 libbre, circa 113 chili, per 2 metri e mezzo di lunghezza. È forse lui il mostro del Garda, che in tanti giurano di avere avvistato, anche negli ultimissimi anni? Non si sa, ma potrebbe essere lui, dice Wade: «We think...». Si attendeva da settembre, da quando Jeremy Wade era stato sul Benaco con la sua troupe, di conoscere l’esito della spedizione che puntava a far luce sul mistero di «Bennie». Il celebre documentarista inglese, biologo marino e pescatore estremo, aveva setacciato i fondali nelle zone dei presunti avvistamenti. Qualche giorno di riprese, poi mesi di suspense.

 

ADESSO le anticipazioni: un pesce siluro. «Ingoia tutto ciò che si adatta alla sua enorme bocca - spiega -: ha gli occhi piccoli, ma i lunghi barbigli e l’acuto senso dell’olfatto gli permettono di cacciare le prede come uno squalo». Recenti avvistamenti di pesci siluro nel basso lago potrebbero in effetti ricondurre a questa ipotesi. Nell’agosto 2015 venne catturato un esemplare di 80 chili tra Bardolino e Sirmione, e lo stesso anno due pescatori in provincia di Mantova erano stati multati per aver ributtato nel Po un siluro appena pescato, lungo la bellezza di 2,67 metri per 127 chili. Dimensioni che possono avvalorare l’ipotesi che anche nel basso Garda possano sguazzare esemplari più considerevoli di quello da 80 kg e lungo 2,02 metri, arpionato dal pescatore subacqueo Fabrizio Facchetti nel 2015, alla profondità di 16 metri. All’epoca si parlò non poco di questo episodio, avvenuto in una «posizione» molto strana, in mezzo al lago e non a bassa profondità dove solitamente vive la specie, tra gli anfratti, le buche o i canneti sotto riva dei fiumi. Una cattura che poteva avvalorare l’avvistamento nei mesi precedenti, di un pesce di dimensioni ancora maggiori.

 

PER LA CRONACA, in occasione delle riprese gardesane, Wade fece tappa al Largo dei minatori di Tremosine, a Sirmione e all’isola di Garda, teatro delle prime «apparizioni» datate XVI secolo descritte dalla penna dello storico Grattarolo che riferiva dei tanti avvistamenti dei monaci dell’Isola Borghese, «terrorizzati da ciò che viveva sott’acqua in grotte buie». Chissà cos’altro avrà da raccontare Jeremy Wade della sua esperienza gardesana. Non resta che aspettare a breve la messa in onda della punta di River Monster su Discovery Channel, Animal Planet e in replica anche sul canale 52 D Max. •

Luciano Scarpetta
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Spettacoli

Sport

giro2019 giro2019