Ex base Nato
Incontro
sui segreti
del bunker

Oggi alle 20.30, alla baita degli alpini, si terrà l’incontro dedicato all’ex base Nato West Star, il gigantesco bunker scavato nelle viscere del monte Moscal. Il titolo della serata, che avrà come relatore il generale di brigata Gerardino De Meo, ultimo comandante Nato di West Star, è «I segreti di West Star tra realtà e leggenda».

Quello di Affi è il più grande bunker militare antiatomico d'Italia, e ha un gemello in Belgio. Per 41 anni, è stato usato come posto comando protetto, dotato di centro trasmissioni strategico.

L'ultima esercitazione militare si è svolta nel 2003. La struttura costruita dall'Alleanza atlantica, è stata consegnata il 6 luglio del 1966 al comando Ftase (Forze terrestri alleate Sud Europa). Scavata nella roccia sotto il Monte Moscal, per decenni è stata sede di esercitazioni congiunte di tutte le forze Nato terrestri, aeree e navali e non ha mai ospitato armi nucleari. Si sviluppa su una superficie coperta di quindicimila metri quadrati, suddivisa in 110 stanze, ha tre ingressi e gallerie d'accesso. In caso d’emergenza, avrebbe dovuto garantire la sopravvivenza di 400 persone per 15 giorni.

L'impianto doveva servire da sede in caso di attacco nucleare, chimico o batteriologico, per lo stato maggiore del comando operativo congiunto nello scacchiere nord-orientale italiano, che aveva sede a Verona. L.B.

Suggerimenti