CHIUDI
CHIUDI

23.05.2020 Tags: Garda

Dopo la corsa virtuale arriva la gara ciclistica

Gare, contest, giochi, allenamenti, cultura, tradizione. Incassa sempre più successi il nuovo progetto «Smart_ Rowing» ideato in questo periodo di emergenza Covid-19 da un gruppo di dirigenti, istruttori, allenatori e atleti di canottaggio e voga in piedi delle società italiane associate alla Federazione italiana canottaggio sedile fisso (Ficsf). Tra queste c'è la Scuola del remo di Garda presieduta da Pierfrancesco Maffezzoli. Ora si sta progettando una gara individuale di bike che prevede 10 minuti di attività per i giovani di età inferiore ai 14 anni e di 30 per gli altri. I risultati vanno comunicati entro le 23 di oggi via mail a smartrowing20@gmailcom. Il 16 maggio, c'è stata invece la «Smart-Rowing Running», la prima gara «virtuale» di corsa individuale correlata. Hanno partecipato 57 atleti di tutta Italia, 3 della Scuola del remo di Garda: Monica Peretti è arrivata seconda nella categoria Master femminile, Mirko Scala quinto per la medesima categoria maschile e un rematore 14enne si è classificato quinto nella categoria Cadetti. «Lo scopo del progetto», precisa Maffezzoli, «è mantenere il contatto tra società e, soprattutto, tra giovani atleti». Hanno così pensato a un coinvolgimento, facoltativo, tramite social, ed è nata la pagina Facebook interattiva «Smart_ Rowing: «Le prime attività sono state sportive, come sfide e gare agonistiche virtuali svolte a casa con il vogatore, giochi interattivi per i più piccoli, video di esercizi di allenamento individuale. Il 16 maggio c'è stata questa gara di corsa su varie distanze, dai 500 metri ai 5 km, da percorrere singolarmente in base alle età. L'attività andava registrata sul cellulare attraverso una qualsiasi app per attività fisica e i risultati andavano inviati per mail, come si farà per la gara di bike. «Smart_Rowing» è anche altro: «È cultura e tradizione e sulla pagina Facebook 'Smart _ Rowing' si pubblicano video di imbarcazioni e voghe tradizionali nazionali. Il primo è stato proprio il nostro sulle imbarcazioni che la nostra Scuola del Remo usa per insegnare». •

B.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie