CHIUDI
CHIUDI

14.09.2019

Albarè più sicura: al via i lavori all’incrocio

Ecco come si presenterà l’incrocio di Albarè dopo i lavori di messa in sicurezza
Ecco come si presenterà l’incrocio di Albarè dopo i lavori di messa in sicurezza

Al via lunedì la messa in sicurezza dell’incrocio di Albarè di Costermano, all'intersezione tra la strada provinciale (Sp) 9 di Costabella e la via comunale Ca’ del Ponte. «Il progetto fa parte di un più ampio percorso che si concentra su punti neri della nostra viabilità comunale», premette il sindaco Stefano Passarini, precisando che il cronoprogramma prevede si parta da qui per proseguire, iniziando a dicembre, con l'adeguamento dei sottoservizi - curato da Ags (Azienda gardesana servizi) e Comune - da fare a tratti prima e in concomitanza con la sistemazione e riqualificazione di viale della Repubblica, il tratto urbano della strada provinciale (Sp) 8 Del Baldo. Quindi il sindaco torna all'opera che partirà per prima. «Il cantiere sarà in corrispondenza dell'incrocio che è nell’abitato di Albarè», sottolinea. «Riteniamo che vada al più presto adeguato, essendo stato spesso teatro di incidenti in uno dei quali ha perso la vita un nostro concittadino», ricorda. «In genere qui si verificano sinistri collegati a manovre di svolta da e per la secondaria via Ca' del Ponte sulla Sp 9 percorsa a velocità sostenuta, sebbene la zona sia urbana e quindi sia sottoposta al limite dei 50 chilometri orari». «I controlli con autovelox», ragguaglia, «hanno rivelato che i veicoli viaggiano a una media di 80 chilometri orari». Perciò l'amministrazione comunale crede di poter risolvere il problema con tale intervento che è stato adeguato alle prescrizioni della Provincia, proprietaria della Sp 8, che è frequentatissima. «Corre in adiacenza di un percorso ciclo-pedonale comunale e della ciclabile Affi- Caprino- Rivoli ed è priva di attraversamento protetto», prosegue il sindaco. «Nei periodi di punta, estate e festività, registra rilevanti flussi di traffico, di pendolari e turisti, provenienti o diretti ad Affi, al casello della A22, al lago di Garda e al Monte Baldo. Ciò crea code e situazioni di pericolo da evitare». Si interverrà così sull'incrocio sistemandolo a livello funzionale, ossia per ridurre la velocità, rendere fluida la circolazione e riqualificare gli attraversamenti. In sintesi l'intervento prevede la rimozione parziale della segnaletica verticale e dei pali della pubblica illuminazione, quindi la scarificazione e la fresatura dell'asfaltatura esistente sulla Sp9 per riqualificarla. Verrà infatti ricaricata nella zona centrale (da 6 a 10 centimetri) formando pendenze trasversali per lo smaltimento delle acque meteoriche, mentre l'intera sede viaria sarà spessa 4 centimetri. «Sarà quindi realizzata un’ isola spartitraffico centrale per impedire la svolta a sinistra dalla secondaria via Ca' del Ponte, con attraversamento pedonale illuminato a led», sottolinea Passarini. «Sarà inoltre asfaltata la “contro-strada” bianca, che corre sul lato opposto a via Ca' del Ponte, per permettere a chi risiede qui di andare verso Costermano». Tutta l'illuminazione sarà adeguata e si chiuderà ponendo la segnaletica orizzontale e verticale e collegando i percorsi ciclopedonali. Con tale intervento la manovra di svolta a sinistra per via Ca' del Ponte, per chi proviene da Affi sulla Sp9, sarà eliminata. Quelli diretti nel centro di Albarè utilizzeranno la rotatoria esistente transitando sulla Sp 32 (che dalla rotonda stessa porta a Bardolino) e via de Gasperi. Chi proviene da via Ca' del Ponte, diretto a Costermano, invece dovrà svoltare a destra e tornare indietro percorrendo la rotonda. «L'opera prevede un investimento complessivo di 190mila euro: 133 mila sono stati concessi dalla Regione Veneto, in base alla legge regionale del 30 dicembre 1991 “Interventi a favore della mobilità e della Sicurezza stradale”, il resto, 67mila euro, è a carico del Comune», conclude il sindaco. •

Barbara Bertasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1