CHIUDI
CHIUDI

13.07.2019

Topi d'auto
a Gardaland
presi dai carabinieri

I carabinieri di Lazise
I carabinieri di Lazise

Hanno sfondato il finestrino di un'auto parcheggiata a Gardaland. Ma sono stati scoperti e arrestati.

In manette due italiani, un un 48enne originario di Riccione e un 30enne originario di Brescia, che hanno colpito nel parcheggio del parco di divertimenti, senza accorgersi che i carabinieri di Lazise li tenevano d'occhio fin dall'ingresso; i due hanno numerosi precedenti per furto. I militari hanno bloccato la loro Punto all'uscita e l'hanno perquisita: nascoste c'erano due borse che contenevano trucchi, effetti personali e un notebook.

Ma nell'auto c'erano anche tre orologi da uomo, un portafogli da uomo con  banconote croate e documenti personali intestati al proprietario del mezzo. La refurtiva è stata riconsegnato al proprietario e i due arrestati.

In attesa del processo, sono stati sottoposti dal giudice all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Per il 48enne c'è anche l’obbligo di dimora in provincia di Brescia.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1