CHIUDI
CHIUDI

27.08.2019

Dietrofront, non si sposta più il monumento ai caduti

L’ingresso della piazza di Cavalcaselle con l’indicazione dei lavori   FOTO PECORA
L’ingresso della piazza di Cavalcaselle con l’indicazione dei lavori FOTO PECORA

Il progetto della piazza di Cavalcaselle sarà modificato per renderlo più vicino alle esigenze e alla volontà dei residenti della frazione. Lo annuncia l’assessore ai Lavori pubblici Cinzia Zaglio, tenendo fede alla promessa fatta in campagna elettorale: «La piazza è una delle nostre priorità, abbiamo incontrato i cittadini e stiamo predisponendo una variante». Il primo stralcio dell’opera, concluso a inizio luglio, ha interessato la porzione di piazza più vicina alla chiesa parrocchiale. «Davanti alla chiesa è stata eseguita un’asfaltatura provvisoria, la pavimentazione definitiva sarà fatta in concomitanza con il rifacimento della gradinata della chiesa previsto nell’ambito dei lavori della parrocchia», spiega Zaglio. Il materiale della pavimentazione non sarà pietra di Prun come previsto nel progetto portato avanti finora: «È poco resistente e rischia di essere danneggiata dal continuo passaggio di veicoli, inoltre in inverno può essere scivolosa per i pedoni». Oltre a questa modifica dei materiali, si sta predisponendo una variante al secondo stralcio che interesserà il resto della piazza. La novità più importante riguarda il monumento ai caduti, che non verrà spostato verso la strada. «Abbiamo accolto l’istanza dei cittadini», prosegue Zaglio, «l’idea è quella di creare una piazzola nel punto in cui già ora si trova il monumento, in modo così da valorizzarlo». Al posto della fontana si sta inoltre pensando di posizionare una casetta per la distribuzione dell’acqua, da realizzare con un rivestimento in marmo o comunque in materiale adeguato al contesto rinnovato della piazza. Anche questo ulteriore progetto, assicura l’assessore, «verrà condiviso con i cittadini e con i commercianti prima di essere realizzato». I tempi dell’avvio del secondo stralcio non sono ancora definiti, dipendendo dalla presentazione e dall’ approvazione della variante di progetto. I lavori nel centro storico di Cavalcaselle sono legati all’ormai storico accordo pubblico - privato sottoscritto con la società immobiliare Case Nuove srl: accordo nato con il conte Pietro Arvedi, passato a Giovanni Martinelli (entrambi compianti presidenti dell’Hellas Verona) e acquisito quindi dalla famiglia Scrivano della Case Nuove. La sistemazione della piazza ha un costo di 1,7 milioni a carico del privato. A fronte dell’opera pubblica, Case Nuove ha ottenuto l’edificazione di un complesso residenziale in zona lago al confine con Peschiera (finora costruito al grezzo) e la ristrutturazione dell’ex Albergo Italia in piazza a Cavalcaselle, dove il volume esistente verrà recuperato e ampliato con destinazione turistico - ricettiva, residenziale e commerciale. Sia i lavori all’ex albergo, sia la prosecuzione di quelli in zona lago, sono legati all’intervento di riqualificazione della piazza. •

Katia Ferraro
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1