CHIUDI
CHIUDI

06.08.2019

Arrestato studente
che aveva rubato
uno zaino al parco

I carabinieri davanti al parco divertimenti
I carabinieri davanti al parco divertimenti

I carabinieri della Stazione di Peschiera del Garda hanno arrestato lo studente originario di Legnago, C.H., diciottenne, in flagranza del reato di rapina impropria nel parco divertimenti Gardaland. Sabato il personale di vigilanza ha contattato il 112, riferendo che stavano cercando di fermare una persona, fuggita lungo le vie del parco divertimenti, responsabile del furto di uno zaino contenente tre telefoni cellulari, due caricabatterie, un paio di occhiali, tre portafogli e altri oggetti personali. Una pattuglia dei carabinieri di Peschiera del Garda è giunta sul posto e ha avvicinato personale del servizio di vigilanza del parco che ha riferito di aver appena fermato un ragazzo, poi identificato in C.H., che aveva rubato dal deposito incustodito di zaini e borse vicini all’attrazione «Fuga da Atlantide», lo zaino contenente oggetti personali del valore di 2.500 euro.

 

Il proprietario dello zaino, prima di salire sull’attrazione, lo aveva lasciato nell’apposito deposito incustodito e, una volta sceso, aveva visto che non c’era più, notando un giovane che stava rovistando in uno zaino identico al suo. L’uomo si è avvicinato al ragazzo che quindi ha prelevato lo zaino e si è allontanato. Un addetto al servizio di vigilanza si è messo all’inseguimento riuscendo a bloccare il giovane.

 

Ne è nata una colluttazione. Il ragazzo è stato dichiarato in stato d’arresto. Risultava gravato da precedenti di Polizia tra cui denunce per furto, ricettazione, lesioni personali, resistenza a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di armi. È stato giudicato con rito direttissimo, ha patteggiato ed è stato condannato a due anni e quattro mesi di reclusione con pena sospesa e 600 euro di multa.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1