CHIUDI
CHIUDI

22.09.2019

Pannelli fotovoltaici in arrivo sugli spalti

Gli impianti sportivi di Caprino
Gli impianti sportivi di Caprino

Gli spalti degli impianti sportivi di Caprino di via Alcide de Gasperi avranno una copertura con pannelli fotovoltaici. Potranno così accogliere incontri nazionali e internazionali, di richiamo anche per ospiti stranieri, risparmiando energia. A Caprino andranno infatti 495mila euro del Fondo comuni confinati (FCC), dei 12 milioni di euro totali destinati a una decina di Progetti strategici di «Area vasta (ossia con ricaduta dei benefici che vanno oltre i territori dei Comuni di confine)» di Comuni veronesi. Le prime relative dieci convenzioni, che saranno firmate nei prossimi giorni, sono state presentate in Provincia dove, per Caprino, è intervenuto l'assessore a Lavori pubblici e Sport Davide Maestrello. Sarà infatti la Provincia ad erogare a ogni ente firmatario un anticipo pari al 10 per cento dell’importo del progetto, permettendone l’immediato avvio. Dal 2018 la Provincia è «soggetto responsabile locale», delegato dalla Regione del Veneto a raccogliere, valutare e coordinare le istanze presentate dai Comuni confinanti e a seguirne la fase istruttoria tecnico-amministrativa fino alla liquidazione dei contributi a fondo perduto. Il nulla osta finale spetta alla Regione. «I 495mila euro sono stati attribuiti sulla base del progetto di fattibilità elaborato dall'Ufficio tecnico del Comune. Si tratta di un intervento importante perché permetterà al nostro impianto sportivo di rientrare negli standard che danno modo di ospitare gare di calcio a livello nazionale, anche di serie A e B, e internazionale, e pure di atletica leggera visto che il campo è circondato da una pista dedicata», premette Maestrello. Che aggiunge: «La copertura con pannelli fotovoltaici, inoltre, permetterà alla struttura di essere in parte alimentata da energia pulita rinnovabile». Come spiegano i tecnici tale copertura, di superficie complessiva pari a 623,45 metri quadrati, sorretta da 13 pilastri di cemento armato, sarà di legno lamellare di abete con tiranti e controventature di acciaio. Il manto sarà di pensili in lamiera grecata di alluminio coibentati con poliuretano espanso e accoglierà l'impianto fotovoltaico che misurerà 150 metri quadrati. In un biennio si stima che verranno prodotti 20mila kWh e ogni kWh prodotto da fonte fotovoltaica consentirà di evitare l'emissione in atmosfera di 0,531 chili di anidride carbonica. In particolare questo impianto fotovoltaico permetterà, nell'arco di un anno, un risparmio di emissioni di circa 10.620 chili di CO2, a favore dell'ambiente. Precisa Maestrello: «Gli obiettivi del progetto sono il miglioramento dell'offerta nell'ambito del turismo sportivo, l'aumento di gare organizzate nei nostri impianti con conseguente incremento di atleti e di spettatori che potranno soggiornare anche per più giorni nel territorio. E poi si avranno un risparmio energetico e un miglioramento delle condizioni ambientali». Sulle successive fasi dice: «Il progetto di fattibilità era stato presentato in Provincia, verranno quindi elaborati il progetto definitivo ed esecutivo per avviare i lavori che partiranno con le fondazioni della struttura che sorreggerà la copertura. Si partirà con l'anticipo del 10 per cento del contributo che per noi è di quasi 50mila euro. Con l'avanzamento del progetto, sulla base di fabbisogni periodici di cassa almeno trimestrali, verrà erogato il restante 90 per cento». •

Barbara Bertasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1