CHIUDI
CHIUDI

05.06.2019

Caprino Spiazzi in versione storica

Un momento della manifestazione
Un momento della manifestazione

La Caprino Spiazzi scalda i motori in vista della rievocazione storica di domenica. Con una importante novità in vista: il 2020 sarà l’anno buono per il grande ritorno della mitica gara in velocità in salita continua. L’annuncio ieri in municipio in occasione della presentazione della non competitiva, giunta alla quarta edizione, in programma domenica e organizzata dall’Automobile Club Verona in collaborazione con il Comune di Caprino, di Ferrara di Monte Baldo, dell’Unione Montana del Baldo-Garda, A.C. Verona Historic, il supporto tecnico di ACI Verona Sport, il patrocinio di ACI Storico. Erano presenti il sindaco di Caprino Paola Arduini, il direttore dell’Automobile Club Verona Riccardo Cuomo, il direttore di gara dell’evento Alberto Mario Riva, il componente di A.C. Verona Historic Paolo Salvetti e Stefano Fattorelli per ACI Verona Sport. L’Automobile Club Verona era pronto per riportare già quest’anno la gara di velocità (prima edizione del 1966 e ultima del 2011) ma il lavoro per rendere la Provinciale in linea con le prescrizioni richieste non era realizzabile in tempi brevi, come è stato ricordato dall’Aci, che sta dialogando con tutti gli enti coinvolti, a partire dalla federazione, per fissare l’appuntamento all’anno prossimo. «Nel 2020 la corsa si potrà fare», ha sottolineato Cuomo. «Per sapere la data bisognerà attendere dicembre», quando si programmano le varie competizioni dell’anno successivo. E ad ogni modo, è stato assicurato, la rievocazione storica rimarrà in calendario, anche se si effettuerà la gara competitiva. «Trasformare una strada provinciale in un circuito di gara è complesso e oneroso», ha aggiunto Cuomo, «noi siamo comunque pronti, fiduciosi che il prossimo anno si ripartirà». Intanto sale l’attesa per l’evento non competitivo di quest’anno, che si svolgerà sul classico tracciato di nove chilometri e trecento metri della celebre cronoscalata, con un evento non competitivo a strada chiusa che permetterà la partecipazione a ogni tipo di vettura, quelle stradali costruite dal 1919 al 1994 e in allestimento corsa dal 1950 al 1994. La corsa non competitiva si svilupperà in due manches, senza rilevamento di tempi e attraverso un allestimento studiato appositamente per l’evento, con rallentamenti e chicane nei punti più veloci. Domenica sono attese oltre 120 vetture con marche e modelli pregiati di ogni epoca, tra cui cinque Ferrari ma anche tante piccole particolarità tra le auto stradali come le tante Lancia Delta, Alfa Romeo di ogni genere, Fiat e Abarth oltre a Porsche, Bmw e Volkswagen. Ma ci saranno anche modelli di rally, da competizione, sport prototipo, per intenditori ma anche per semplici appassionati. Tutte le vetture e i piloti saranno pronti a far sognare il pubblico. Dopo le classiche verifiche degli esemplari in programma dalle 8 alle 10, alle 11 inizieranno le partenze della prima salita. Tra un giro e l’altro le vetture resteranno in mostra statica in piazza Vittoria e piazza Stringa dalle 12.30 alle 14, con la presenza anche di due bilici che creeranno l’atmosfera simile a quella di un paddock di Formula Uno. Alle 14,30 si alzerà nuovamente la bandiera verde per la seconda ascesa. Le premiazioni con il buffet conclusivo sono in programma alle 18 a Palazzo Carlotti. Durante la manifestazione saranno premiate le vetture più importanti e meritevoli come stabilito da una giuria di esperti composta da Alberto Zanchi, Luca Cattilino e Giuseppe Agostini. Numerose le categorie che saranno premiate, oltre ai riconoscimenti speciali, prendendo in considerazione la rarità del modello, piuttosto che il passato sportivo o lo stato di conservazione dell’esemplare. •

EM.ZAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1