Cambio ai vertici della Funivia Si cerca un nuovo direttore

La funivia di Malcesine: il bando pubblico per il nuovo direttore è consultabile anche sul sito della funivia
La funivia di Malcesine: il bando pubblico per il nuovo direttore è consultabile anche sul sito della funivia
La funivia di Malcesine: il bando pubblico per il nuovo direttore è consultabile anche sul sito della funivia
La funivia di Malcesine: il bando pubblico per il nuovo direttore è consultabile anche sul sito della funivia

Cambio ai vertici della funivia di Malcesine. Enrico Boni, attuale direttore di Atf, Azienda trasporti funicolari Malcesine Monte Baldo, al 31 dicembre andrà in pensione. Ingegnere, Boni, con alle spalle un'importante esperienza nel settore, ricopre l'incarico da nove anni, esattamente dal novembre 2012, quando sostituì Franco Falcieri. Atf, attraverso una delibera emessa dal consiglio di amministrazione presieduto da Pier Giorgio Schena, ha aperto un bando pubblico, consultabile anche sul sito web della funivia, sull'albo pretorio del Comune di Malcesine, della Provincia e della Camera di Commercio, per individuare il sostituto di Boni. Il contratto di lavoro, a tempo determinato, che verrà stipulato con il nuovo direttore durerà cinque anni. Le domande, complete di tutti i documenti necessari e con le compatibilità richieste, dovranno essere presentate entro le 12 di martedì 30 novembre: si potranno portare a mano nella sede legale dell'azienda, in Corso Porta Nuova 96 a Verona, oppure si potranno inviare con una raccomandata con ricevuta di ritorno o, infine, mandare una pec all'indirizzo di posta elettronica direzione@pec.funiviedelbaldo.it. Il concorso - coordinato da una commissione giudicatrice formata da tre membri, di comprovata esperienza nel settore e scelti dal cda - prevede due fasi distinte. Come prima cosa la commissione, prima dell'avvio delle prove d'esame, analizzeranno i titoli posseduti da ciascun candidato. Al curriculum verrà assegnato un punteggio pari ad un massimo di trenta punti su cento considerando le esperienze lavorative manageriali in enti, aziende pubbliche, imprese private per un periodo superiore a cinque anni nell'ultimo decennio (massimo venti punti); la partecipazione a commissioni di valutazione di concorsi pubblici (massimo cinque punti), gli incarichi di consulenza e assistenza tecnica specialistica in enti o aziende pubbliche (massimo tre punti) e infine pubblicazioni, organizzazione di eventi, convegni e seminari (massimo due punti). La seconda parte, la più importante, riguarderà il «colloquio tecnico motivazionale», che porterà ad una votazione massima di settanta punti su cento complessivi. Il colloquio, che in parte si terrà anche in inglese, come si legge nel bando, «sarà diretto ad accertare la competenza e la professionalità dei candidati con riferimento alle attività che saranno chiamati a svolgere. Saranno valutate le competenze manageriali, la capacità comunicativa e di relazione con Atf, in grado di assicurare il coordinamento delle risorse umane presenti». Una volta selezionato, il candidato vincitore, che tra gli altri requisiti richiesti non dovrà avere procedimenti giudiziari con la funivia di Malcesine, sosterrà un periodo di prova di sei mesi. Se l'esito sarà positivo il neo direttore verrà confermato fino alla fine del contratto. In caso di rinuncia del candidato selezionato, la commissione avrà a disposizione la graduatoria emersa dal concorso, e che rimarrà valida per due anni. •.

Emanuele Zanini