CHIUDI
CHIUDI

24.05.2020

Torri, prima messa
sul sagrato
della chiesta

Circa 250 persone, quasi tutte sedute, per assistere alla prima messa ufficiale dopo oltre due mesi di lockdown a Torri del Benaco. E' questo il risultato della iniziativa del parroco di Torri, don Arnaldo Piovesan, in accordo e in collaborazione col sindaco di Torri, Stefano Nicotra.

 

Nelle scorse settimane il primo cittadino e il parroco avevano collaborato per trasmettere in diretta via facebook sulla pagina del municipio la messa, celebrata a Pasqua nella chiesa parrocchiale e poi, nelle festività successive, nella chiesa di San Faustino nella omonima località a Torri e poi a Sant'Antonio, in una altra minuscola ma bellissima chiesetta.

 

«Ora finalmente siamo potuti tornare in piazza all'aperto», ha spiegato il primo cittadino, «dando così la possibilità a tutti i fedeli, ai cittadini di Torri e ai pochi turisti che sono arrivati per il week end di prendere parte alla celebrazione religiosa. Il tutto in concomitanza anche alla festa di San Filippo, patrono di Torri assieme ai Santi Pietro e Paolo, e quindi con un significato ancora più forte. Anche perché proprio San Filippo, nei secoli passati, la tradizione narra che abbia liberato Torri dalla peste. Così com'è accaduto adesso col Coronavirus, insomma, visto che i numeri sono sempre in miglioramento in tutta Italia, nel Veronese e anche a Torri».

 

Soddisfatto anche don Arnaldo. Solo poche le sedie sono rimaste vuote dopo l'avvio della celebrazione, poco dopo le 10 di domenica. «Queste misure», ha detto don Arnaldo dal pulpito, «sono necessarie ma ci consentono di celebrare messa all'aperto. Ci vuole pazienza ma sicuramente adesso va molto meglio che nelle scorse settimane, anche se ciascuno avrà pregato a casa propria».  

Gerardo Musuraca
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie