CHIUDI
CHIUDI

27.05.2020 Tags: Brenzone sul Garda

Presto santa
madre Mantovani
Castelletto in festa

Beata Maria Domenica Mantovani
Beata Maria Domenica Mantovani

Ventuno minuti consecutivi di campane a festa nella chiesa di Castelletto. E’ questa la insolita modalità scelta da don Gabriele Avesani, cinquantenne parroco di Castelletto, di Castello e di Brenzone, per festeggiare la clamorosa notizia arrivata da Roma: «Beata Maria Domenica Mantovani diventerà presto Santa poiché è stato riconosciuto il miracolo della guarigione avvenuta per sua intercessione. La questione della canonizzazione di questa straordinaria suora dell’Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia di Castelletto era nell’aria da mesi, ma la ufficialità la abbiamo avuta solo la mattina di oggi, mercoledi 27 maggio», ha commentato il parroco di Castelletto.

 

«La Beata Mantovani sarà canonizzata in una data ancora imprecisata dei prossimi mesi: non sappiamo esattamente quando. Ma quel che è certo è che promulgazione di Decreti della Congregazione delle Cause dei Santi è avvenuta e quindi il processo è irreversibile», ha aggiunto il don.

 

«Siamo veramente felicissimi», ha detto il sindaco, Davide Benedetti, «perché, tutt’altro che casualmente, mentre a Verona il 26 maggio Brenzone veniva dichiarata Covid-free, a Roma veniva riconosciuto il secondo miracolo di Madre Maria Mantovani. Credo che anche questo sia, per chi crede, un segno importante per tutta Benzone e per la nostra comunità. Ci stringiamo attorno alle suore e a don Gabriele e attendiamo di conoscere la data della canonizzazione per fare una grandissima festa in paese, oltre che a Roma, per rendere onore a Madre Maria Domenica e a tutte le nostre suore della Sacra Famiglia».

 

«Madre Maria Mantovani è nata e morta a Castelletto», ha spiegato suor Arcangela Casarotti, della Sacra Famiglia di Castelletto, «ed è un esempio e un orgoglio per tutte noi. Madre Maria Domenica ha ottenuto il riconoscimento della prima guarigione miracolosa per sua intercessione il 27 aprile 2003 da Papa Giovanni II. Una bambina, Lara Pascal, molto ammalata venne guarita in Argentina. Poi la mamma di questa ragazza tutt’oggi vivente, donò a una altra mamma argentina la icona di Madre Domenica Mantovani. Questa icona fu collocata sotto il cuscino di Maria Candela Salgado, ragazza che oggi ha 20 anni, guarita in maniera rapida, completa e scientificamente inspiegabile, come recita il decreto della Congregazione, da una cerebropatia gravissima». 

Gerardo Musuraca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie