CHIUDI
CHIUDI

05.07.2019

Bisse, trasferta ad Iseo Arilica pronta al riscatto

C’è attesa per la gara di Iseo
C’è attesa per la gara di Iseo

Domani la flotta delle bisse, partecipante al campionato che assegna la Bandiera del lago 2019, andrà in trasferta a Iseo, dove saranno in gara solo gli uomini. L’ultima regata che la Lega bisse del Garda ha organizzato sulle acque del Sebino risale al 2013, quando si corse a Monte Isola. A Iseo invece si è corso nel l’ultima presenza delle bisse risale al 2011. Nella regata di sabato, la capoclassifica Arilica di Peschiera (Alan Di Caprio, Marco Dolza, Raffaele Barbieri, Stefano Mazzurega) è chiamata ad un pronto riscatto, dopo il secondo posto rimediato a Bardolino. In quella gara i vogatori di Peschiera sono stati battuti, seppur di pochissimo, dai campioni uscenti di Clusanina di Clusane d’Iseo. Loro, che sono i più pericolosi avversari di Arilica, per l’occasione, avranno il vantaggio di correre sulle acque di casa, davanti al pubblico amico. Arilica in classifica precede di un solo punto Clusanina. Questa gara potrà essere decisiva per il campionato 2019. In classifica, seguono con cinque punti di ritardo, rispetto ad Arilica, a pari merito, Peschiera e Villanella di Gargnano. La lotta per la vittoria finale già ora sembra essere un affare privato tra Arilica e Clusanina. I due equipaggi che si sono dimostrati essere quelli con il più alto e costante rendimento. A Iseo nel gruppo A, quello delle barche migliori, saranno in gara ben quattro bisse veronesi su cinque: Arilica, Peschiera, Berengario di Torri del Benaco e Garda. Oltre all’unica bresciana, ma la più temibile: Clusanina. Arilica per vincere dovrà essere più precisa nei giri boa. Manovre che a Bardolino le sono costate un ritardo di poco meno di due secondi su Clusanina. Ma i vogatori bresciani dovranno guardarsi anche dagli attacchi di Peschiera, in costante crescita e di Berengario. Gli atleti di Torri hanno un grandissimo potenziale, che fino ad ora non sono riusciti ad esprimere appieno. La gara di Iseo potrebbe essere l’occasione buona. Nel gruppo A Garda è un’outsider ma nel caso ci fosse il lago mosso, condizione ideale per sfruttare l’esperienza del Re del remo Alberto «Bacalà» Malfer, potrebbe togliersi delle grandi soddisfazioni. Nel gruppo B, dove è stata retrocessa Villanella, che prende il posto della neo promossa Garda, i vogatori di San Filippo di Torri hanno la possibilità di ripagare la fiducia che il sindaco Stefano Nicotra ha riposto in loro accogliendoli a braccia aperte nella remiera torresana. San Vili di Garda, Gardonese di Gardone Rivera e i sebini di Paratico completano il lotto di questa batteria. Nel gruppo C Betty di Cassone ce la metterà tutta per schiodarsi dall’ultimo posto in graduatoria cercando di battere Sebina di Clusane d’Iseo. Il programma delle giornata prevede alle 17.30 l’arrivo delle imbarcazioni al porto di via Canneto. Alle 18.30 riunione del consiglio di regata a «Casa Panella». La sfilata a terra inizierà alle 19.30 e quella in acqua alle 20. Il via alla prima regata, quella del gruppo C, verrà dato alle 21. Seguiranno le gare dei gruppi B e A e le premiazioni. •

L.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1