CHIUDI
CHIUDI

01.07.2019

Don Giovanni
lascia Bardolino
dopo undici anni

Monsignor Giovanni Ottaviani
Monsignor Giovanni Ottaviani

Monsignor Giovanni Ottaviani non sarà più parroco di Bardolino. La notizia, a sorpresa, è giunta domenica per voce dello stesso sacerdote al termine della santa messa delle 9,30.

“Dopo undici anni di servizio a Bardolino a metà settembre passerò alla parrocchia di Lugagnano di Sona. Al mio posto arriverà don Flavio Miozzi, attualmente parroco di San Martino Buon Albergo. Oggi, d’accordo con il Vescovo, posso ufficializzare questo trasferimento e mettere fine alla chiacchiere delle ultime settimane”, ha spiegato dall’ambone il sessantenne parroco che in un lungo e articolato pensiero ha spiegato l’avvicendamento, naturale per la Diocesi di Verona al passare dei due lustri di permanenza in una Comunità.

“Com’è ovvio il mio cuore è diviso tra l'umano e doloroso distacco da una parrocchia dove si è costruito, in tutto questo tempo, una serie di rapporti interpersonali   e di crescita spirituale all’entusiasmo per un nuovo impegno in una Comunità attiva e ricca d’iniziative qual è Lugagnano. Ovviamente come sacerdote non potevo dire di no alla decisione del Vescovo e accettare con spirito  d’obbedienza quanto deciso dal nostro pastore”.

Arrivato a Bardolino nel settembre del 2008 don Giovanni in precedenza è stato vicario parrocchiale a Porto di Legnago per poi trascorrere dieci anni nella segreteria di Stato del Vaticano. Il rientro a Verona come rettore della Madonna della Corina prima dell’approdo in riva al lago.

Stefano Joppi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1