CHIUDI
CHIUDI

20.02.2020

Camping comunale, scontro sulla gestione

Il camping San Nicolò  a Bardolino
Il camping San Nicolò a Bardolino

Il campeggio comunale San Nicolò di Bardolino sarà gestito per altri nove anni dalla Fondazione Bardolino Top, in virtù della concessione diretta in comodato gratuito da parte del Comune che arriva dopo la gestione affidata sempre alla Top dal 2010 al 2019. La maggioranza del sindaco Lauro Sabaini in consiglio comunale, dopo aver chiesto il parere di un legale a garanzia della liceità e opportunità dell’operazione, ha votato sì alle linee di indirizzo per il rinnovo della concessione senza bando di gara alla Fondazione oggi presieduta dall’ex sindaco Ivan De Beni. «Dal parere dell’avvocato è emerso che questa operazione non solo è legittima, ma è anche opportuna per perseguire l’interesse pubblico», sottolineano il sindaco e l’assessore Marcello Lucchese. Al momento del voto, il consigliere di minoranza Marta Ferrari della lista omonima si è astenuta, dopo aver comunque definito la Top «una risorsa indiscutibile per il Comune». Del tutto contraria alla scelta, invece, la lista «Prima Bardolino» composta da Daniele Bertasi, Giuditta Tabarelli e Luca Erbifori: troppi a loro avviso i punti di domanda che rimangono, anche dopo il parere predisposto dal legale «per cui sono stati spesi soldi pubblici quando si poteva chiedere alla Corte dei conti senza costi», nonché troppe le lacune nella relazione sull’attività della Fondazione redatta dagli uffici comunali che la rendono «incompleta e inattendibile», dicono. La discussione è durata oltre un’ora in municipio. Incalzanti gli interventi dei consiglieri di «Prima Bardolino», con alcuni scontri diretti. «Crediamo in questa scelta e nella Fondazione, che supportiamo, voi invece volete chiuderla e farci fare brutta figura», attacca Lucchese. «Rigetto queste affermazioni, che nessuno ha mai pronunciato e che non avete diritto di metterci in bocca», risponde Bertasi. «Vogliamo solo che la Fondazione venga gestita nel miglior modo». Le ragioni della maggioranza a supporto della scelta sono state illustrate dall’assessore Lucchese, che ha passato al setaccio il parere del legale sia sulla natura della Fondazione e del conferimento del campeggio, sia sugli scopi perseguiti per il solo interesse pubblico. Inoltre, Lucchese ha sottolineato come dal 2010 al 2019 la Fondazione abbia rimodernato e rilanciato il campeggio, migliorandone la gestione e abbia riqualificato l’area in cui si trova. Lui e il sindaco riportano anche alcuni numeri: nel periodo di gestione della Bardolino Top il fatturato del campeggio è raddoppiato e la redditività lorda sul fatturato è passata dal 34 per cento (2010) al 63 per cento (2019); le presenze turistiche a Bardolino, inoltre, grazie anche agli eventi messi in campo dalla Fondazione, sono aumentate del 21 per cento passando da 1 milione e 700mila nel 2010 a oltre 2 milioni nel 2018. Ma sui numeri Bertasi e il suo gruppo hanno attaccato. «Le presenze turistiche sono cresciute anche in altri paesi del lago privi di una fondazione di promozione turistica», afferma Bertasi. «Comparando i dati degli aumenti degli altri comuni, le presenze turistiche nello stesso periodo sono cresciute in maniera nettamente superiore a Lazise e a Peschiera. Quindi, se dovessimo valutare la convenienza dell’affidamento diretto del campeggio alla Fondazione stando alle presenze il giudizio dovrebbe risultare non soddisfacente, al contrario di quanto detto a supporto del rinnovo della gestione». Ribatte Lucchese: «Il nocciolo della questione non è valutare se il campeggio può rendere di più in termini economici o se gli eventi dalla Fondazione hanno portato più presenze turistiche a Bardolino rispetto ad altri paesi, ma è valutare e riconoscere i benefici che la gestione della Bardolino Top apporta al Comune e alla comunità». Conclude il sindaco Sabaini: «È sotto gli occhi di bardolinesi, visitatori e comuni limitrofi che la Bardolino Top è ente indispensabile per le manifestazioni. Per darle la possibilità di operare è corretto concederle, oltre al contributo in denaro del Comune, anche il comodato gratuito del campeggio da cui trarrà le risorse necessarie per tutte le attività di cui l’intera Bardolino beneficia». Dopo le linee di indirizzo votate in consiglio, la palla passa ora alla giunta per la definizione e l’approvazione definitiva del comodato gratuito del campeggio alla Fondazione Bardolino Top dal primo aprile di quest’anno al 31 marzo 2029. Nove anni che superano di cinque la scadenza dell’attuale amministrazione Sabaini nel 2024. «Almeno la durata dell’affidamento venga parametrata alla durata del mandato amministrativo», chiedono i consiglieri di «Prima Bardolino», «per non gravare su possibili diverse soluzioni che le prossime amministrazioni vorranno intraprendere». La proposta, però, non è stata accolta dalla maggioranza de «L’Onda». Bocciato anche l’emendamento proposto dal gruppo di Daniele Bertasi, con cui proponeva un rinvio della scelta per approfondire meglio alcuni passaggi tramite «un parere alla Corte dei conti e integrazioni alla relazione sulla convenienza o meno dell’operazione per effettuare una disamina dei vantaggi economici e sociali. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie