CHIUDI
CHIUDI

07.12.2019

#BardolinoCru, due giorni di eventi
per scoprire i vini bardolinesi

La locandina dell'evento
La locandina dell'evento

Due eventi per scoprire i vini simbolo del territorio bardolinese e della sponda orientale del lago di Garda, aperti ad addetti ai lavori, enoturisti e curiosi. “#BardolinoCru” e “Il Chiaretto che verrà” sono in programma oggi e domani, sabato 7 e domenica 8 dicembre, nelle sale del ristorante La Loggia Rambaldi e dell’adiacente Barchessa, inseriti nella rassegna natalizia che entra nel vivo proprio questo fine settimana.

 

Ad aprire le danze oggi è “#BardolinoCru”, la degustazione dedicata alla scoperta dei vini sperimentali delle future sottozone Montebaldo, La Rocca e Sommacampagna proposti in varie annate. Dopo la prima edizione nel 2018 a Verona, l’evento sbarca sul lago di Garda nel paese dove ha sede il Consorzio di tutela del Chiaretto e del Bardolino che lo organizza. L’obiettivo è preciso: “Valorizzare i cru bardolinesi, le loro caratteristiche e potenzialità” afferma il presidente del Consorzio, Franco Cristoforetti. Oltre a 18 produttori di Bardolino, vi prenderanno parte una decina di vignaioli della Doc sudtirolese St. Magdalener, nel nome delle affinità che legano i vini rossi a base di Corvina e Schiava. Saranno una sessantina i vini in assaggio, dalle 14 alle 20. Seconda edizione anche per “Il Chiaretto che verrà” - a Bardolino già dal suo esordio l’anno scorso - ossia la pre-anteprima dell’annata 2019 del Bardolino Chiaretto oggi più che mai “ambasciatore del nostro territorio nel mondo” continua Cristoforetti.

 

Domenica 8 dicembre, dalle 10 alle 20, si degusterà il Chiaretto “da vasca” dell’ultima vendemmia a confronto con quello dell’annata precedente. Trenta i produttori che hanno aderito alla manifestazione dalla denominazione leader dei vini rosa italiani e un centinaio di vini in degustazione. “La vendemmia che si è da poco conclusa è stata tra le più interessanti degli ultimi decenni: poca uva, di altissima qualità e con una freschezza straordinaria” conclude il presidente del Consorzio di tutela. “Chi verrà ad assaggiare le prime prove di vasca del Chiaretto 2019 avrà modo di verificare. Per il Bardolino prosegue poi il progetto di valorizzazione dei cru già noti a fine Ottocento: è un percorso che ci accomuna ad altri territori, come quello altoatesino del St. Magdalener, la denominazione che sarà nostra ospite con alcuni dei suoi produttori più rappresentativi”. Il biglietto intero d’ingresso è di 15 euro per “#BardolinoCru” e di 10 euro per “Il Chiaretto che verrà”. Il costo per entrambe le giornate è di 20 euro. Il biglietto ridotto, invece, costa in entrambi i casi 8 (per soci Ais, Onav, Fisar, Fis, Aspi e Slow Food). I residenti nel Comune di Bardolino pagano 8 euro per “#BardolinoCru”, invece possono entrare gratuitamente a “Il Chiaretto che verrà”. 

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1