CHIUDI
CHIUDI

20.10.2019

Minoranza contro parco giochi e parcheggio

Consiglio comunale ad Affi
Consiglio comunale ad Affi

I consiglieri comunali di opposizione del gruppo Lega Nord Mani Pulite per Affi Monica Burato, Moreno Cremonini e Giuseppe Delibori, in consiglio comunale, hanno votato contro la variazione al bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2019 che permetterà al Comune di acquistare il terreno dove sorgeranno un parco giochi per bambini ed un parcheggio. La delibera prevede l’incremento di 12mila euro della somma in bilancio, che passa da 125mila a 137 mila, necessaria al Comune, per comperare quell’area. Il nuovo parco giochi e il parcheggio, sono attigui alla zona che il comitato della frazione utilizza per le manifestazioni. «Questo intervento è sbagliato: i lavori per circa due anni impediranno l’utilizzo della area manifestazioni di Incaffi», ha spiegato il consigliere Delibori. «In quel luogo si sarebbe dovuto intervenire vent’anni fa». «Il parco giochi e il nuovo parcheggio arricchiranno la frazione di Incaffi di nuovi servizi che ora non ci sono», ha ribattuto il sindaco Roberto Bonometti. «Ora finalmente l’amministrazione comunale ha la possibilità di migliorare con queste opere la qualità della vita all’interno dell’abitato di Incaffi, che avrà il suo primo parco pubblico dove potranno giocare, in sicurezza, i bambini». Il progetto dell’amministrazione prevede la possibilità, in futuro, di costruire un edificio destinato ad uso pubblico. Il primo stralcio del progetto intanto contempla la realizzazione del parco giochi, dotato di scivolo, giochi a molla, panchine e pavimentazione smorza cadute. È compresa anche la realizzazione del fondo stradale per un parcheggio con una superficie di 330 metri quadrati. La variazione al bilancio di previsione è stata approvata con i voti dei consiglieri di maggioranza. Contrari Burato, Delibori e Cremonini. Sempre con i voti della maggioranza, sono state ratificate tre delibere di giunta relative all’acquisto di una nuova automobile, che sarà data in dotazione alla polizia municipale, alla revisione dei dati catastali finalizzata al recupero dell’evasione fiscale e al servizio di derattizzazione delle aree pubbliche. Il sindaco ha risposto, in chiusura di seduta, a due interpellanze presentate dai consiglieri Burato, Delibori e Cremonini. Riguardo alla prima, il dosso artificiale di via Don Gnocchi, Bonometti ha spiegato: «Il dosso è regolare, lo hanno accertato gli uffici comunali. «È stato anche constatato che, in caso di pioggia, favorisce il deflusso dell’acqua. Quando avremo la disponibilità economica, contiamo di abbassare e rifare il fondo stradale di tutta questa via. In quel caso verrà rimosso l’attuale dosso artificiale». L’altra interpellanza era incentrata sull’utilizzo dei terreni di proprietà demaniale che il Comune ha acquisito, dal Demanio, assieme all’ex base Nato West Star. «Quegli appezzamenti si trovano, all’esterno dell’ex base militare, nei pressi dell’ex pista da moto cross», ha precisato il sindaco Bonometti, «la nostra intenzione è di destinarli a orto di comunità, da mettere a disposizione a chi ne farà richiesta». •

Luca Belligoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1