CHIUDI
CHIUDI

14.05.2019

I consiglieri di minoranza bocciano anche il regolamento della biblioteca

La biblioteca di Affi
La biblioteca di Affi

La biblioteca comunale Marta Desti Baratta è entrata nella rete del sistema bibliotecario della Provincia di Verona. Per inaugurare il nuovo servizio è stato organizzato un pomeriggio culturale che ha coinvolto bambini e adulti con la partecipazione della scrittrice e sceneggiatrice Paola Barbato. Per regolamentare il nuovo servizio di prestito inter-bibliotecario il consiglio comunale ha aggiornato il regolamento della biblioteca. «Abbiamo integrato il regolamento unificandolo con quello relativo all’uso delle sale della biblioteca utilizzate per incontri e riunioni», ha spiegato la consigliera incaricata alla cultura Giulia Corazza all’ultimo Consiglio. «Ora è stato potenziato il servizio prestito, oltre ai libri della biblioteca di Affi, sono a disposizione anche quelli presenti del sistema bibliotecario della Provincia di Verona». Hanno votato contro il nuovo regolamento della biblioteca i consiglieri di opposizione Moreno Cremonini e Giuseppe Delibori, del gruppo Lega Nord Mani Pulite per Affi. Cremonini e Delibori, sempre senza pronunciare dichiarazioni di voto, hanno bocciato anche l’esercizio finanziario 2018, che ha registrato un avanzo di 855mila euro e la ratifica della delibera di giunta 35/2019, per l’aggiornamento delle spese correnti. In chiusura di seduta il sindaco Roberto Bonometti ha comunicato che da maggio è l’Azienda gardesana servizi Spa (Ags) a gestire il servizio idrico e non più Ireti Spa. «Distribuiremo a domicilio un opuscolo informativo sulla nuova gestione», ha detto il sindaco. «Questa ditta nel nostro Comune già da anni ha in carico il servizio fognario. Organizzeremo anche degli incontri informativi. Lo scopo è ridurre al minimo i disagi, con il cambio di gestione». Bonometti, ha anche annunciato, che a breve, verrà convocato il consiglio comunale per l’approvazione del nuovo Pat. •

L.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
giro2019 giro2019

Sondaggio

Sboarina e Salvini vogliono chiudere i cannabis store legali. Siete d'accordo?
ok

Spettacoli

Sport