1.300 in acqua per l'edizione 2019

Adigemarathon, l'«inno alla gioia» del fiume Adige

1.300 in acqua per l'edizione 2019
Adigemarathon 2019 -1 (Pecora)

Ambiente in primo piano alla 16ª Adigemarathon vinta dall'equipaggio ceco Zavrel-Mojzisek con il tempo di 2 ore, tre primi e tre secondi, seguito di un soffio dall’equipaggio azzurro di Bernocchi e Angrisani ad un secondo di distanza (qui il video della volata finale).

È una delle costanti del messaggio di quest’anno veicolato dalla manifestazione per eccellenza sull’Adige che, in 16 edizioni, si è conquistata una risonanza internazionale: l’ambiente è un capitale enorme, di cui tutti devono tenere conto. Al netto dei circa 300 agonisti tra senior e giovani promesse della mezza maratona da 20 KM, hanno risposto in più di mille amatori.

 

Adigemarathon 2019 -2 (Pecora)

 

In testa il gommone dei sindaci e degli amministratori di Dolcé, Pescantina, Bussolengo, Ferrara di Montebaldo, Avio, Revine Lago di Treviso.

“L’Adigemarathon fa scuola”, dice, quest’ultimo, Massimo Magagnin, “e a Revine Lago organizza per il terzo anno consecutivo i campionati italiani di velocità e per i disabili, oltre alla novità assoluta, il Memorial Wojtila, dedicato al papa canoista, per l’uno e due agosto”.

L’altra gamba dell’Adigemarathon è la solidarietà e l’accoglienza che passano dal volontariato. Quasi tremila i panini imbottiti dagli Alpini di Dolcè, oltre a biscotti, frutta secca, bevande di ogni tipo, a ricordare la vocazione ospitale della Valdadige. Tutti sulle rive i gruppi per la buona riuscita della giornata. Come sempre presi d’assalto i punti di ristoro di Dolcè e quelli lungo il fiume dalle Avis. Al termine della manifestazione per tutti festa in Lungadige Giacopini con la cucina di Erminio e Bianca Panato ed un esercito di volontarie a spadellare tortellini, ravioli, la novità di quest’anno, pearà e codeghìn.

“Un lavoro che impegna”, ma dà soddisfazione”, commenta Erminio, “e per il quale ringrazio tutti quelli che ogni anno rispondono all’appello in questa giornata speciale per il paese di Pescantina”. Commentano i due sindaci di casa: “Non c’è altra società sportiva che sappia mettere in evidenza la bellezza dei nostro fiume Adige come il Canoa Club con l’Adigemarathon”, sintetizza il sindaco Davide Quarella. “Come Comune di Dolcè» conclude il sindaco Massimiliano Adamoli, “fin dalla prima edizione del 2004 abbiamo voluto essere un punto di riferimento per la manifestazione, divenuta nel tempo un imprescindibile appuntamento internazionale”.

Lino Cattabianchi