Addio a Enzo Zerbini Il Comune era «casa» sua

Enzo Zerbini
Enzo Zerbini

Si svolgeranno domani alle 10,30 nella parrocchiale di Bardolino i funerali di Enzo Zerbini, già consigliere comunale dal 2009 al 2014. Aveva 75 anni e ha passato gran parte della sua vita lavorativa come dipendente e funzionario del Comune. Responsabile dell’ufficio commercio era un punto di riferimento per tutti i colleghi prima di abbandonare, il primo gennaio del 2001, per sopraggiunti limiti d’età il posto di lavoro. Era stato assunto in municipio a fine anni Sessanta dal sindaco Giorgio Metzler per poi lavorare sotto le amministrazioni Armando Gallina,Pietro Meschi e Armando Ferrari. Una volta in pensione la decisione di abbracciare l’impegno amministrativo dall’altra parte della scrivania, quello della politica. Un’esperienza quinquennale e la successiva decisione di chiudere la parentesi amministrativa e di non ricandidarsi con il gruppo civico di maggioranza «La Nuova Onda», di cui era stato il capogruppo consiliare nella prima amministrazione retta dal sindaco Ivan De Beni. I temi a lui cari erano quelli della salvaguardia del paesaggio e dell’ambiente e la sua elezione a palazzo Gelmetti scaturì proprio sulla scia dell’attivismo nella locale associazione «Amici del territorio». Diede vita in Comune allo «Sportello energia», attivo alla mattina nell’ultimo martedì del mese, finalizzato a dare aiuto e consulenza ai residenti relativamente ai temi energetici. È stato per parecchi anni segretario dell’Usc Bardolino calcio con presidente Vittorino Tiziani. Da tutti chiamato con l’appellativo di «Segre» è stato molto attivo anche in parrocchia, a Bardolino, come componente del consiglio pastorale ai tempi di don Piergiorgio Formenti.

S.J.