A Rivalta arrivano il parco giochi e la piastra per calcetto e pallavolo

L’ampliamento degli impianti sportivi comunali di Rivalta
L’ampliamento degli impianti sportivi comunali di Rivalta

Un taglio del nastro ricco di emozioni e coronato da una divertente sorpresa per inaugurare una nuova area verde per sport, gioco e relax dedicata alla comunità di Brentino Belluno e agli ospiti che vorranno raggiungerla. Ieri alle 18 sono stati mostrati al pubblico i lavori eseguiti in questi ultimi mesi sulla base del «Progetto esecutivo riguardante la sistemazione e l'ampliamento degli impianti sportivi comunali» di Rivalta che l'amministrazione ha ammodernato dotandoli di ulteriori servizi. Tutta la popolazione è stata invitata a partecipare, anche per stringersi intorno alla famiglia Guidorizzi. Ieri, infatti, è stata posta una targa in memoria di Bruno Guidorizzi, l'operaio 59enne di Ronco all'Adige che perse la vita lo scorso aprile, investito da un camion, durante lavori di asfaltatura. «È stato un momento emozionante che abbiamo voluto per ricordare una persona che, col suo lavoro, ha contribuito alla realizzazione di un'opera alla quale teniamo molto», ha detto il sindaco Alberto Mazzurana che ha condiviso, con i familiari, le parole incise sulla targa: «Che la serenità e l'allegria di questo luogo mantengano vivo il suo ricordo. Questo nuovo intervento», ha proseguito, «consiste in un parco giochi, uno spazio per le associazioni e una piastra polivalente in erba sintetica su cui è stata realizzata la segnaletica di delimitazione per i giochi di calcetto a 5 e pallavolo. Vi si arriva grazie a un nuovo percorso pedonale che parte proprio dal parco giochi». Mazzurana ha sottolineato: «È molto bello con tante possibilità di svago per i bambini. Abbiamo montato un doppio castello, una doppia altalena, una cordonata per l'arrampicata, una coccinella a molla e, pensando ai familiari, adulti e anziani, due panchine, un tavolo con sedute e una fontana. Inoltre l'associazione San Giacomo di Rivalta ha donato alla comunità un tavolo da ping pong fisso. La superficie del parco giochi», ha continuato, «è di 730 metri quadrati e i percorsi pedonali sono nel materiale definito “biostrasse”, che garantisce prestazioni, sicurezza e comfort all'utente». Sono ovviamente stati piantati alberi, e all'esterno siepi e aiole, e non mancherà un idoneo impianto di irrigazione e di illuminazione a led. «Abbiamo anche creato un'area polivalente, un piazzale a disposizione di gruppi e associazioni per feste e momenti di aggregazione». Oltre a tali opere, sono state migliorate le recinzioni del campo da calcio antistante, che risale agli anni '90, sostituendone tratti e riparandone altri. Il terreno di gioco è stato adeguato alla normativa allungandolo di alcuni metri e sono state sostituite le panchine per i calciatori di riserva. Rivista anche la zona di accesso e i parcheggi preesistenti che sono stati riorganizzati, poiché il nuovo ampliamento lo ha reso necessario. «A nord», ha detto il sindaco, «sono stati creati nuovi stalli illuminati da un lampione stradale. Si è trattato di un investimento complessivo di 500mila euro, cifra dovuta al fatto che 3.130 metri quadrati dei circa 4.000 che hanno interessato le nuove opere sono stati acquistati da privati a seguito di procedura di esproprio». All'inaugurazione è seguito un quadrangolare di calcio a 5 tra 4 squadre. Due locali, una degli arbitri della Federazione italiana gioco calcio e una, che ha esordito ieri sera, formata da amministratori e sindaci di Comuni limitrofi oltre a quelli di Brentino Belluno, tra i quali il sindaco che ha commentato: «Ringrazio la giunta, il consigliere comunale delegato ai Lavori pubblici Gian Antonio Stella, la ditta, il direttore ai lavori e gli impiegati dei nostri uffici». Ha chiuso il vicesindaco e assessore allo Sport Massimo Zanga: «Sono molto soddisfatto di questa nuova area che, oltre ad essere a disposizione delle famiglie e dei ragazzi, è a servizio anche delle scuole». •

Barbara Bertasi