CHIUDI
CHIUDI

05.08.2019

L’aquila di mare
ora è in cura
dal veterinario

Eccola l’aquila di mare recuperata sabato sera a Zevio dal centro di recupero fauna selvatica Verdeblu. Un esemplare bellissimo alto circa 85 cm. e con una apertura alare di 2,20 metri. Ancora impossibile stabilire cosa ci facesse appollaiata sul cartello del paese. Lontana centinaia di chilometri dal suo habitat. Era lì da diverse ore in condizioni critiche. Non riusciva a volare e ha attirato l’attenzione di decine e decine di automobilisti.

 

Alcuni ragazzi si sono fermati e dopo avere interpellato inutilmente i carabinieri hanno chiamato la Onlus con sede a Castel d’Azzano. Il rapace è ora in cura dal veterinario di Verdeblu Matteo Trevisani. Risponde bene alle cure e si sta riprendendo. Estremamente docile, tanto che il sospetto è che fosse tenuta in cattività e sia in qualche modo scappata. Ma è priva di anello di riconoscimento e microchip. M.P.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1