CHIUDI
CHIUDI

30.12.2019

I bimbi imparano il riciclo con le cacce al «rifiuto»

Il sindaco di Zevio, Diego Ruzza
Il sindaco di Zevio, Diego Ruzza

Il laboratorio Catullo lab era sorto nel 2019 per classificare i rifiuti in entrata alla discarica di Ca’ Bianca. A dieci anni di distanza l’impianto di smaltimento è chiuso da inizio 2019 su sentenza del Consiglio di Stato che ne ha stoppato l’ampliamento per altri 300mila metri cubi. Il laboratorio dello stesso gruppo imprenditoriale, è però rimasto in funzione. Anzi «vola», stante a quanto è emerso durante la festa organizzata dal gruppo Bertoli per il decennale d’attività del centro analisi, presenti clienti, fornitori e una delegazione del Comune capeggiata dall’assessore Paola Conti. L’amministratore unico, Elena Bordignon, ha poi lodato l’impegno e la professionalità dei giovani collaboratori: «Ci hanno consentito di crescere in diversi settori e di dare risposte alle esigenze di aziende non solo veronesi». Il direttore d el «Catullo», Denis Grandi, ha proseguito sottolineando che la struttura «non si limita ad offrire un corretto e puntuale servizio di analisi, ma aiuta le aziende produttrici di scarti di lavorazione a classificarli». Per il sindaco Diego Ruzza il laboratorio «d’avanguardia arricchisce e diversifica l’offerta di servizi offerta al territorio e dà lavoro a giovani tecnici». Numerosi i settori di analisi di cui si occupa il Catullo lab. Analizza poi la composizione di terreni provenienti da lavori di bonifica, caratterizza sottofondi e rocce, valuta la quantità della frazione organica contenuta nei rifiuti e la conformità dei materiali destinati al recupero. L’amministratrice Bordignon aggiunge che il gruppo Bertoli svolge attività di sensibilizzazione rivolta alle scuole. L’obiettivo è instillare la cultura del riciclo, usando linguaggi adeguati ai più giovani. Organizza cacce al tesoro in cui il tesoro è rappresentato dalla «risorsa» rifiuti. •

P.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie