CHIUDI
CHIUDI

09.03.2018

Disabilità, sport e tv: Sofia Righetti si racconta

Sofia Righetti: è anche modella
Sofia Righetti: è anche modella

La disabilità può essere una ricchezza. Sarà un'iniezione di vitalità oltre i luoghi comuni l'incontro di questa sera alle 20.45, alla sala conferenze del centro civico. Relatrice d'eccezione Sofia Righetti, giovane di Negrar che, nonostante la perdita dell'uso delle gambe, è divenuta campionessa nazionale di sci alpino paralimpico, si è laureata in filosofia, è chitarrista metal, modella e attivista per i diritti delle donne, dei disabili e degli animali. Non solo: è stata speaker al Tdex Verona, corsa non competitiva tra le meraviglie della città, ha collaborato con Roberto Saviano a un monologo sulla bellezza, presentato alla finale di Amici di Canale 5, ed è protagonista di una web serie su Repubblica.it. Un carattere di ferro è il tratto dominante di Sofia, a cinque mesi d'età rimasta vittima di un'ischemia midollare, attribuita a un errore medico, che le ha reso impossibile muoversi con le proprie gambe. Ciò nonostante ha affrontato le sfide della vita e superato limiti apparentemente insuperabili. Una forza che cercherà di trasmette al centro culturale in piazza Santa Toscana, durante l'incontro organizzato dalla Civetta di Minerva, circolo culturale di scienze umane e sociali recentemente fondato da giovani laureati zeviani: Yuri Conti, Gian Maria Campedelli, Susanna Olivieri, Michele Spiniella e da Marta Bonaconsa. Il nome Civetta di Minerva perché il rapace notturno è entrato nei miti dell'antica Grecia e dell'antica Roma ed è simbolo della filosofia e della saggezza. Il gruppo di giovani ha deciso d'approdare al centro culturale dopo una serie di riunioni bisettimanali tenute alla sala superiore del bar Centrale. Il successivo appuntamento organizzato dal sodalizio che persegue la missione d'incoraggiare e promuovere in paese la conoscenza e l'approfondimento delle scienze umane e sociali, si terrà il 6 aprile: «Il gender: facciamo chiarezza», relatori i docenti dell'università di Verona Lorenzo Bernini, Massimo Prearo e Chiara Sità. •

P.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie