CHIUDI
CHIUDI

31.08.2019

Allenatori e genitori, gioco di squadra al Fano

Dugatto, Zanini, Tregnaghi e de Prati allo stadio Fano di Colognola
Dugatto, Zanini, Tregnaghi e de Prati allo stadio Fano di Colognola

Nel periodo di Ferragosto, anziché dedicarsi a svago e relax, allo stadio comunale Fano di Colognola è scesa in campo una squadra di volontari per mettere a segno un obiettivo che ha ottenuto il plauso dell'amministrazione comunale. Genitori, allenatori e membri della società Adc Colognola, che conta circa 250 ragazzini, si sono rimboccati le maniche occupandosi di una serie di lavori di manutenzione e rifinitura degli impianti da calcio. I volontari hanno riaffrescato diversi locali delle strutture del complesso, hanno costruito un muro di contenimento, posato reti, dipinto inferriate e decorato con i colori blu e nero della società calcistica colognolese, spazi ed elementi in vista dello stadio. Un lavoro silenzioso, solerte ed efficace tanto da meritare un sopralluogo del sindaco Claudio Carcereri de Prati e dell'assessore allo sport Davide Dugatto; guidati dal presidente dell'Adc Colognola Tiziano Tregnaghi e da un responsabile del settore giovanile, Claudio Zanini, hanno visionato e apprezzato il tutto. «Siamo orgogliosi di questa società per i risultati che ottiene con la partecipazione e il coinvolgimento di tanti giovani che, oltre a vivere l'impegno di una disciplina sportiva, qui imparano le regole della convivenza alla base della vita civile», ha detto Carcereri. «Siamo anche grati per i lavori svolti, segno di collaborazione e disponibilità dei volontari» ha aggiunto Dugatto. Carcereri ha garantito che, per altri interventi più complessi, «il Comune provvederà al più presto, compatibilmente con le disponibilità di bilancio». Il presidente Tregnaghi, anima della società e legato al pallone fin da bambino tanto da essere stato tra i fondatori dello storico torneo delle frazioni, ha sottolineato «la determinazione di genitori, volontari e tecnici che a Ferragosto erano qui per l'associazione. Anche questo è segno che negli anni si è lavorato in maniera positiva, con attenzione a ragazzi e famiglie. Come società abbiamo raggiunto una buona qualità e diamo la possibilità ai ragazzi di arrivare a giocare in prima squadra». È stato lo stesso Tregnaghi a indirizzare i lavori, come ha riferito Zanini: «Il presidente ci sprona a operare creando aggregazione, coinvolgendo ragazzi e genitori così da far sentire ciascuno parte attiva dell'associazione. Abbiamo voluto decorare lo stadio con i colori della società proprio perché ciascuno possa avvertire questo senso di appartenenza. L'allenatore oggi», ha aggiunto, «deve avere anche competenze psicologiche per rapportarsi con giovani alle prese con smatphone, computer e realtà virtuale, sapendo, invece, che relazioni vere e concretezza devono restare salde». Così facendo ora si consegna al paese uno stadio rinnovato, pronto a ospitare domani la competizione per la Coppa Veneto. •

Monica Rama
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1