CHIUDI
CHIUDI

18.03.2019

«Turri e l’ex strada militare? La compro e gliela rivendo»

Edoardo Pallaro, sindaco di Montecchia di Crosara
Edoardo Pallaro, sindaco di Montecchia di Crosara

«Il Comune di Montecchia di Crosara, almeno finché sarò io sindaco, non diventerà proprietario, neppure gratuitamente, del tratto di strada detta Calvarina - un tempo del Demanio militare, oggi del Demanio civile - che comincia, peraltro, dopo le ultimissime case del paese». Il sindaco Edoardo Pallaro risponde così alle considerazioni di Roberto Turri, primo cittadino di Roncà, sulla ex strada militare che attraversa i due Comuni e la sua manutenzione. «Nel 2018, Montecchia di Crosara rinunciò alla proprietà del tratto di strada in Consiglio comunale. Non faccio che ribadire ciò che decise già tale assemblea», dice Pallaro ripercorrendo la cronistoria di tutti i passaggi della vicenda. «Nel 2013, Montecchia di Crosara chiese al Demanio civile l’elenco dei beni acquisibili a titolo non oneroso e nel 2014, il Demanio civile comunicò l’inventario al Comune. Nel 2018, il Demanio civile sollecitò il Comune a manifestare, con delibera, la propria volontà di diventare proprietario dei beni, tra cui il tratto di strada. Sempre nel 2018, appunto, il Consiglio comunale votò contro l’acquisizione a titolo non oneroso del tratto di strada». «Se il Comune fosse proprietario del tratto di strada, dovrebbe sostenerne la manutenzione sia ordinaria sia straordinaria. La legge non obbliga però Montecchia di Crosara a provvedere alla conservazione del tratto di strada. Meglio spendere i soldi per altri servizi pubblici. Il Comune non ha interesse viabilistico né, tanto meno, urbanistico, non essendoci, attorno al tratto di strada, terreni di proprietà municipale, ne soprattutto del demanio civile. Se il Comune di Roncà, comunque, intendesse diventare proprietario anche di quei due chilometri e mezzo, sarei disposto a firmare un accordo con il sindaco Turri, affinché la proprietà del tratto di strada sia trasferita dal Demanio civile a Montecchia di Crosara e, immediatamente, ma proprio immediatamente, da Montecchia di Crosara a Roncà». «Così», conclude, «il sindaco Turri avrebbe l’intera strada a propria disposizione per organizzare le manifestazioni che più ritiene redditizie per la propria comunità». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1