CHIUDI
CHIUDI

14.04.2019

Sull’altare il mantello rosso e i fiori scelti da Madame Sisi

L’altare della chiesa di Brognoligo
L’altare della chiesa di Brognoligo

Da 170 anni l’altar maggiore, anche grazie a Madame Sisi, «indossa» il mantello rosso di Gesù Cristo: anche ieri, come accade ininterrottamente dal 1845 (anno di conclusione dei lavori di costruzione della chiesa di Santo Stefano Protomartire) la parrocchiale di Brognoligo di Monteforte (di cui è parroco don Mario Costalunga) si è resa solenne per le Quarantore. Il mastodontico drappo, che per essere steso e piegato ha bisogna degli spazi del parcheggio della chiesa, anche quest’anno è stato tolto dall’armadio che lo custodisce e issato alla corona che a sette metri d’altezza troneggia proprio al centro della cupola dell’altare. Ci hanno pensato alcuni volontari, tra i quali Giorgio e Angelo Pernigotto, Stefano Dal Bosco, Davide Pra’ che, con la regia di Francesco Tessari, hanno anche ricollocato sull’altare le tredici originali candele ottocentesche (alte tre metri) che oggi, anziché con la fiala interna ad olio, funzionano grazie ad un sistema a led. Tutta la vestizione dell’altar maggiore funziona secondo le tecniche originali, cioè un sistema a corde che consente di creare il mastodontico drappeggio e di ancorarlo alla corona e alla parete sul retro dell’altare. Il lavoro lo hanno poi concluso Graziano Giusti, Gianni Fanton e quel Carlo Tessari che da imprenditore della notte (è il patron dell’Art club di Desenzano che è il regno di Madame Sisi, il suo alter ego artistico) alla sua chiesa da sempre tiene in modo particolare. È il cordone ombelicale col piccolo borgo in cui è nato, la comunità che ha sempre nel cuore e proprio questa solennità, tramandata da generazioni, è il momento per lui imprescindibile. Ai fiori ama pensarci lui. «Madame Sisi crede nel valore della tradizione», dice dando voce alla sua creatura, «e aiuta con la miglior preghiera, che si chiama fiore». Quest’anno ha scelto 34 candide ortensie. •

P.D.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1