CHIUDI
CHIUDI

23.11.2019

Sicurezza, aperti i varchi con la lettura delle targhe

Riccardo Mainardi (a sinistra) con i colleghi e l’assessore Costantini
Riccardo Mainardi (a sinistra) con i colleghi e l’assessore Costantini

Telecamere, presto i varchi con il sistema di lettura delle targhe, controllo del territorio: il primo presidio di sicurezza, però, per il Comune di Monteforte d’Alpone è costituito dalle persone ed ecco perché al comando della Polizia locale da qualche giorno è entrato in servizio anche Riccardo Mainardi. Si chiama così l’agente arrivato, grazie alla mobilità, al Comando che da tempo era sguarnito dopo il pensionamento di uno degli agenti. Con Mainardi, che prima di approdare a Monteforte ha prestato servizio all’Unione comuni Verona est, Unione comuni Adige Guà e a Montichiari, la dotazione è di 3 agenti oltre al comandante Giovanni Labianca. «Ci siamo impegnati da subito in questa direzione perché siamo fermamente convinti che la Polizia locale debba lavorare nelle strade e debba svolgere attività ispettiva ed operativa», spiega Federico Costantini, assessore alla sicurezza, «e ciò è possibile solo partendo dagli agenti». Agenti che già da qualche tempo sono impegnati in servizi anche serali e che operano in stretta collaborazione con la locale stazione carabinieri. A rendere più agevole l’attività a breve ci sarà anche l’arrivo della nuova auto, una Dacia Duster a quattro ruote motrici che, almeno per un certo periodo, andrà ad affiancarsi all’auto sino ad ora in uso. A qualche giorno dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi a San Bonifacio, l’invito rivolto ai sindaci dal Prefetto Donato Cafagna a investire in videosorveglianza non trova Monteforte impreparato: a breve, infatti, entreranno in funzione nuove telecamere che garantiranno la copertura delle frazioni ma anche due varchi con il sistema di lettura e riconoscimento, anche notturno, delle targhe. •

P.D.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1