CHIUDI
CHIUDI

09.06.2019

Ruggeroni arruola tutta la lista La sua è una Giunta «allargata»

Il neo sindaco Lorenzo Ruggeroni giura in Consiglio accanto al suo vice Roberto Turri FOTO AMATO
Il neo sindaco Lorenzo Ruggeroni giura in Consiglio accanto al suo vice Roberto Turri FOTO AMATO

Ruggeroni giura in consiglio comunale a Roncà e vara la sua Giunta «allargata»: collaboreranno con gli assessori sia consiglieri di maggioranza senza deleghe che gli aspiranti consiglieri non eletti. Così Lorenzo Ruggeroni - candidato della Lega che alle ultime elezioni amministrative si è imposto su Giamberto Bochese a capo della civica «Insieme per il nostro paese» - mette in pratica da subito il suo impegno a non perdere per strada il gruppo con cui ha intrapreso la corsa verso la fascia tricolore. Il suo vice sarà Roberto Turri, sindaco dell’ultimo decennio e deputato, al quale sono state assegnate le deleghe su Affari legali, Politiche sociali e sanitarie, Istruzione, Cultura, Turismo e Sport. Lo affiancherà il consigliere Marco Magnaguagno e, per Sport e Sociale, la candidata non eletta Eleonora Magnaguagno. Ivano Tirapelle mantiene l’assessorato che ha rivestito negli ultimi due mandati (Viabilità, Protezione civile, Calamità naturali e Sicurezza) con il consigliere Attilio Da Campo e Graziano Bongiovanni. Assessore diventa Palma Brunello, che nell’ultimo decennio era stata consigliere, e ha le deleghe ad Industria, Commercio, Artigianato, Bilancio e Tributi: potrà contare sulla collaborazione del consigliere Sandro Gecchele e di Federica Viola. Giulia Villardi, infine, è il nuovo assessore ad Agricoltura, Ecologia, Ambiente, Efficientamento energetico: collaborerà con lei il consigliere Lorenzo Marchetto e la candidata non eletta Katia Dalla Bona. «Con questa squadra», ha annunciato il neo sindaco, «darò continuità al lavoro portato avanti negli ultimi due mandati e sarò vicino ai bisogni dei cittadini cercando di dare loro risposte». Il suo programma è fitto e ha scelto alcune voci per sintetizzarlo. A partire da «potenziamento della videosorveglianza, soluzione del problema delle vecchie scuole di Terrossa, futuro dei beni demaniali senza ancora una destinazione». «Saremo aperti alla collaborazione con la minoranza perchè tutti siamo qui per il bene del nostro paese», ha proseguito Ruggeroni. In questa direzione sarà orientata l’azione del gruppo di «Insieme per il nostro paese», cioè Bochese assieme a Federico Zambon, Chiara Sofia Tessari e Giorgia Mettifogo. «Grazie ai 799 elettori che hanno creduto nel nostro programma incentrato sulla cultura e sull’attenzione verso i giovani, non saremo opposizione», ha annunciato Bochese, «bensì la voce di questi cittadini e saremo al fianco della maggioranza davanti a scelte che vanno nell’interesse della comunità». Quindi, «fiero di avere al fianco tre giovani», il candidato sindaco sconfitto dal leghista ha chiesto «attenzione per la parte di popolazione che rappresentano e l’impegno della maggioranza per portare avanti il percorso della candidatura Unesco della Val d’Alpone». •

P.D.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1