CHIUDI
CHIUDI

05.02.2020

«Pax tibi Civiltà veneta» Associazione venetista fa l’esordio in municipio

Il debutto dell’associazione venetista a Monteforte
Il debutto dell’associazione venetista a Monteforte

Il leone di San Marco «ruggisce» in sala consiliare: è qui, infatti, che la neonata associazione «Pax tibi-Civiltà veneta» ha chiesto di presentarsi ufficialmente, dopo la sua costituzione, all’amministrazione del sindaco Roberto Costa e, dunque, al paese. Alessandro Vantini, presidente della nuova associazione di Monteforte d’Alpone, ha voluto organizzare un momento formale per l’esordio perché, come è stato spiegato, questa associazione costituisce di fatto un unicum per la Val d’Alpone e non solo. Cultura e storia della civiltà veneta sono i temi di interesse dell’associazione (che può essere contattata al numero 338.1430939) che debutterà il prossimo primo marzo con l’organizzazione del «Cao de ano», cioè il capodanno veneto, che si terrà a Costalunga. In occasione della presentazione dell’associazione, che è già iscritta all’albo delle associazioni comunali, Vantini ha voluto donare al Comune la bandiera «contarina» di San Marco, al sindaco Costa invece una fascia - che sarà invitato ad indossare presenziando ad eventi promossi da Pax tibi-Civiltà veneta - e anche una trentina di volumi di carattere storico e culturale che andranno a costituire una nuova sezione della biblioteca civica di Monteforte d’Alpone. Alla presentazione del neo nato gruppo, oltre al primo cittadino Costa e a parte della sua Giunta, sono intervenuti Emanuele Pelosato (neo presidente della Pro loco) e Luigi Dal Bosco (segretario locale della Lega) e, per l’associazione «Pax tibi-Civiltà» veneta il cerimoniere Luca Bressan, Maurizio Ruggiero (segretario del Comitato Pasque veronesi), Maurizio Zumerle (direttore di veronaeconomia.it) e Renato Zoppi. •

P.D.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie