IL DELITTO DI CALMASINO

Una fiaccolata per ricordare Chiara e lunedì lutto cittadino a Fumane e a Bardolino

Attese centinaia di persone in Valpolicella
Chiara Ugolini il giorno della laurea, a fine 2020
Chiara Ugolini il giorno della laurea, a fine 2020
Chiara Ugolini il giorno della laurea, a fine 2020
Chiara Ugolini il giorno della laurea, a fine 2020

Stasera fiaccolata di solidarietà alla famiglia di Chiara Ugolini e lunedì 13 settembre, nel giorno del funerale delle ventisettenne, lutto cittadino sia a Fumane che a Bardolino come segno per testimoniare la vicinanza delle due comunità e richiamare l’attenzione sul drammatico tema della violenza sulle donne. L’ultimo saluto alla ragazza della Valpolicella, uccisa domenica scorsa nell’appartamento di Calmasino, frazione di Bardolino, dove viveva insieme al compagno Daniel Bongiovanni, sarà celebrato lunedì 13 alle 14.45 nella chiesa parrocchiale di Fumane, paese in cui è cresciuta e ha vissuto insieme alla famiglia prima di trasferirsi sul lago di Garda per amore. In entrambi i Comuni i sindaci Daniele Zivelonghi di Fumane e Lauro Sabaini di Bardolino hanno proclamato con un’ordinanza il lutto cittadino e ordinato l’esposizione di bandiere a mezz’asta o listate a lutto.

 


«La morte di Chiara ha profondamente scosso la popolazione dei nostri paesi» afferma Zivelonghi «che sta partecipando con viva commozione al dolore dei familiari e ha manifestato in varie occasioni in questi giorni il desiderio di far sentire loro la vicinanza di tutti al terribile dramma che stanno vivendo». Il sindaco fumanese, inoltre, invita la cittadinanza a partecipare anche in forma autonoma e privata al lutto cittadino. Come? «Astenendosi da festeggiamenti e da comportamenti contrari a una circostanza così triste» spiega «nonché a osservare un minuto di silenzio in concomitanza con l’arrivo del feretro davanti alla chiesa, previsto alle 14.45».

 


Lunedì è giorno di chiusura settimanale per molte, ma non per tutte, attività commerciali del paese che si concentrano tra l’altro lungo le vie principali che portano alla chiesa parrocchiale in cui vengono celebrate le esequie. «Per questo chiederò personalmente a gestori ed esercenti solitamente al lavoro e aperti di lunedì di aderire al lutto cittadino e chiudere per qualche ora o tutto il giorno, in modo da dare un segnale tutti insieme di partecipazione al dolore della famiglia Ugolini», conclude il sindaco Zivelonghi. Al funerale di Chiara sono attese molte centinaia di persone, dopo le cinquecento che hanno partecipato giovedì sera alla veglia di preghiera nel cortile del Circolo Noi. E la chiesa non potrà di certo contenere tutti all’interno, considerati pure i distanziamenti per le norme anti Covid. Per questo la parrocchia, guidata da don Emanuele Novelli, e il Comune si stanno organizzando per accogliere al meglio le persone anche all’esterno - nella piazza del paese solitamente adibita a parcheggio, che sarà chiusa al traffico - e fare in modo che anche da lì si possa seguire la cerimonia funebre. Si sta valutando l’allestimento di un maxi schermo e l’amministrazione sta predisponendo insieme alla Protezione civile la possibilità di garantire acqua da bere e accesso a servizi igienici.

 


Intanto, anche stasera a Fumane sono attese centinaia di persone alla fiaccolata promossa dal consiglio comunale. Partirà alle 20 dal municipio e arriverà alla casa di Luigi Ugolini e Oriana Bonato, papà e mamma di Chiara, davanti alla quale sarà osservato un minuto di silenzio e sarà portato un saluto alla famiglia della giovane uccisa a Calmasino. Chi desidera partecipare deve indossare la mascherina e munirsi di luce da accendere durante il percorso a piedi.

 

Suggerimenti