CHIUDI
CHIUDI

20.04.2019

La minoranza toglie i microfoni in Consiglio

Il consigliere Giorgio Magrinelli durante una sedutaIl sindaco  Gaetano Tebaldi
Il consigliere Giorgio Magrinelli durante una sedutaIl sindaco Gaetano Tebaldi

La minoranza ha dato il diniego alla registrazione delle sedute del Consiglio comunale. La maggioranza ha comprato l’impianto di registrazione dotato di microfoni, per agevolare il segretario comunale nella verbalizzazione delle sedute che durano diverse ore. Ma prima di iniziare l’adunanza, il consigliere di minoranza, Giorgio Magrinelli, ha tolto i due microfoni dal banco dell’opposizione, segno che qualcosa non andava. «Ho presentato alla procura della Repubblica la denuncia per la procedura di acquisto dell’impianto in violazione di legge», ha avvertito la maggioranza Magrinelli. «Abbiamo pensato di registrare le sedute, per andare incontro alle esigenze del segretario comunale», ha rilevato il sindaco Gaetano Tebaldi, «e per adempiere ai principi di trasparenza e pubblicità delle sedute. Prendiamo atto che la minoranza non da la propria disponibilità ad utilizzare l’impianto di registrazione. Sottopongo al voto dei consiglieri l’utilizzo o meno della strumentazione», ha proposto Tebaldi. Tuttavia poi, il primo cittadino ha deciso di non forzare la mano e non ha fatto votare il Consiglio in merito. «Senza l’ausilio della strumentazione, non riesco a svolgere il mio compito a dovere», ha fatto presente il segretario comunale Marcello Nuzzo, «Non è possibile che riesca a verbalizzare 4-5 ore di consiglio, se non sinteticamente. La registrazione aiuta il mio lavoro di verbalizzazione». «Le registrazioni non sono atti amministrativi, ma lo è la copia delle delibera di Consiglio e la verbalizzazione agli atti», ha sottolineato l’assessore ai lavori pubblici Marco Vetrano. Ma ciò non ha convinto Magrinelli: «Occorre un regolamento che normi la registrazione. Peraltro mancano all’approvazione del Consiglio, i verbali dei Consigli delle sedute a partire dal settembre del 2017». Il segretario ha garantito che arriveranno all’esame dei consiglieri. «Stasera abbiamo perso un’occasione», ha stigmatizzato il sindaco Tebaldi. «Nella scorsa seduta era stato chiesto alla minoranza se fosse disponibile alla registrazione delle sedute e dalla risposta vi eravate espressi in modo favorevole e quindi abbiamo dato per scontate le formalità. Mi dispiace che non sia così. Comunque andremo a stilare il regolamento per poter registrare i Consigli comunali. Alla precedente seduta avevate detto un’altra cosa, ma si vede che qui non si può far ricorso al buon senso». Tutto ciò è avvenuto preliminarmente alla seduta e nulla di quanto detto sulla registrazione, è quindi stato riportato a verbale. A questo punto è iniziata la seduta, con l’appello. All’ordine del giorno la conferma delle aliquote di tutte le tasse comunali. Alla domanda se il consigliere Magrinelli fosse presente, non è giunta alcuna risposta. Il dottor Nuzzo ha ripetuto se doveva mettere presente o assente. Solo dopo altre sollecitazioni, Giorgio Magrinelli, con tono scocciato, ha detto: «Certo segretario che sono presente». •

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Elezioni-2019 Europee Amministrative
giro2019 giro2019

Sondaggio

Sboarina e Salvini vogliono chiudere i cannabis store legali. Siete d'accordo?
ok