CHIUDI
CHIUDI

11.12.2019

Il progetto del cuore firmato Minetti regala un Doblò

Verrà consegnato in gennaio al Comune di Soave un mezzo attrezzato per il trasporto di persone diversamente abili, ammalati ed anziani. Partono a Soave e Monteforte i «Progetti del Cuore», per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito. Il progetto prevede l’acquisto di un Fiat Doblò attrezzato. A beneficiare dell’automezzo a Soave sarà il Centro servizi alla persona San Lorenzo, che avrà a disposizione il veicolo per il trasporto di coloro che hanno la necessità di recarsi in cliniche, ospedali, ambulatori, ceod e centri specializzati. Si avvia, così, sul territorio soavese il servizio di mobilità gratuita, assicurazione compresa. L’unica spesa a carico del Comune sarà quella del carburante. Il Centro servizi alla persona San Lorenzo potrà gestire gli spostamenti di ragazzi e disabili. «Il mezzo verrà utilizzato prevalentemente a Soave per servizi sociali di accompagnamento di persone che necessitano di assistenza, cicli di cure, cicli di terapie e visite mediche», spiega Lorenzo Guadin, presidente del Centro servizi alla persona. Sull’iniziativa interviene il consigliere alle politiche sociali Angelo Dalli Cani: «Ci tengo a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del progetto, in particolare il Centro servizi alla persona San Lorenzo, associazione che beneficerà del mezzo attrezzato, e tutte le aziende e i privati che sosterranno il progetto». A presentare il progetto è la presidente dei Progetti del Cuore, Annalisa Minetti: «La mia esperienza personale, mi ha resa sensibile a tutte le iniziative che mirano a migliorare la vita dei cittadini diversamente abili. Per questo mi sono impegnata nei Progetti del Cuore». «La vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per comuni e volontari», prosegue la cantante non vedente, «della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da adibire al trasporto sociale». La partecipazione al progetto delle attività produttive ed economiche locali assicurerà l’arrivo a Soave del nuovo Doblò con pedana mobile. •

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1