CHIUDI
CHIUDI

22.08.2019

È morto Vezzari, Re del Rufiolo Oggi i funerali a Costeggiola

Natalino Vezzari, il Re del Rufiolo sul suo trono
Natalino Vezzari, il Re del Rufiolo sul suo trono

Ieri avrebbe compiuto 83 anni Natalino Vezzari di Costeggiola, conosciutissimo per le sue burle e i suoi scherzi, ma soprattutto perché ha ricoperto il ruolo della maschera carnevalesca della frazione. Il travestimento lo ha reso molto popolare. Ma ai suoi cari, amici e conoscenti è venuto a mancare il giorno prima del suo compleanno. Da alcuni mesi stava combattendo contro una malattia incurabile. È scomparso infatti martedì mattina al Polo Confortini di Borgo Trento. Vezzari, dallo spirito istrionico e autentico giullare della frazione, ha indossato le sontuose vesti del Re del Rufiolo, la maschera ufficiale di Costeggiola, tutti i carnevali a partire dal 1985 fino ad oggi. Con quel travestimento, ha fatto conoscere il dolcetto tipico della frazione, il Rufiolo appunto, in tutti i paesi del Veronese e delle provincie vicine, dove per trent'anni ha sfilato con il suo carro di nobili gaudenti, durante le feste di carnevale. Negli ultimi anni, grazie al gruppo Amici di Costeggiola di cui faceva parte, Natalino ha rilanciato la maschera di Costeggiola, ideata e creata a metà degli anni Ottanta del Novecento, assieme a Maria Teresa Benetton e a Silvano Fiorentini. Vezzari lascia la moglie Luciana e quattro figlie: Sonia, Stefania, Gloria e Marta. Natalino ha lavorato come camionista per 43 anni, attraversando da cima a fondo più volte la penisola e conoscendo tutte le principali città italiane: all'inizio trasportava vino e successivamente mangimi. Era un vignaiolo appassionato e coltivava per passione e per hobby il suo vigneto, che non ha mai visto come un lavoro, perché per lui coltivare la Garganega e farsi il vino in casa era un autentico passatempo e un orgoglio. Ha fatto divertire con il suo regale travestimento grandi e piccoli e sulla maschera Re del Rufiolo, rimarrà per sempre impresso il suo volto. I funerali di Vezzari verranno celebrati oggi alle 16, nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate, a Costeggiola. Presiederà il rito funebre il parroco emerito di Costeggiola e San Vittore, don Tiberio Adami, attuale parroco di Caldiero. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1