CHIUDI
CHIUDI

25.11.2019

Rapinate in casa con una pistola
«Ora non vogliono più vivere qui»

Terrore all’ora di cena: armati di pistola, spranga e una bomboletta di spray urticante tre malviventi piombano in casa e tengono ostaggio per venti minuti madre e figlia. È la sintesi della drammatica esperienza che sabato sera, in via Negri a Locara di San Bonifacio, ha visto protagoniste una donna di 55 anni e la figlia di 26 con problemi cardiaci, che alla fine di tutto è svenuta.

 

IL VIDEO del racconto del capofamiglia«Mia moglie e mia figlia hanno preso un grandissimo spavento, ora non vogliono più vivere in questa casa»

 

I tre uomini avevano accento dell'Est Europa e dopo aver preso soldi e gioielli delle due donne, volevano sapere dov'era la cassaforte. La madre ha detto di non saperlo e quindi gli uomini hanno cominciato a cercare, tenendo in ostaggio le due donne per venti minuti.

 

Il fatto avviene proprio a pochi giorni dal  Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza nell’Est veronese, che il prefetto Donato Cafagna ha voluto si tenesse a San Bonifacio.

 

Ampi servizi su L'Arena in edicola

Paola Dalli Cani
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1