CHIUDI
CHIUDI

11.06.2019

Provoli: «Subito la gara per le scuole»

Giampaolo Provoli festeggia l’avvenuta rielezione a sindaco
Giampaolo Provoli festeggia l’avvenuta rielezione a sindaco

Adesso si tratta di rimboccarsi le maniche per definire le gare per la costruzione della nuova scuola dell’infanzia «Fiorio» e per il restauro dell’ex tiro a segno: il giorno dopo il voto che lo riconferma alla guida di San Bonifacio, il sindaco Giampaolo Provoli già ha compilato la lista dei suoi primi due impegni. «Siamo andati lunghi a causa della doppia progettazione che si è resa necessaria per la Fiorio, ma non dobbiamo far passare l’estate per non perdere i finanziamenti: subito al lavoro», diceva ieri Provoli, «e poi via alle manutenzioni stradali per 600 mila euro». Sono tutti interventi finanziati quelli di cui parla, quindi di operatività piena, alla quale sembra già orientato dopo una notte di festeggiamenti. «Il siparietto più comico? L’abbraccio focoso del consigliere Giuliano Gaspari, che è riuscito a sollevare di peso anche un fuscello come me», rideva ieri il sindaco riconfermato. Notte di festa e avvio di giornata a scuola, al suo posto da vice dirigente del polo liceale Guarino Veronese, dove i colleghi lo hanno festeggiato prima che assumesse i compiti di presidente di commissione per la valutazione dei futuri dirigenti scolastici. L’aspetto che forse soddisfa maggiormente Provoli per questa vittoria arrivata con il 60,45 per cento dei consensi, sono i risultati «bulgari» di alcune sezioni: 76,81 per cento e 71,2 nelle due sezioni di Locara (regno del citato Gaspari), il 69,3 in via Fiume, il 62,91 a Prova. «Il consenso degli elettori è il riconoscimento per il lavoro fatto, li ringrazio e ringrazio tutta la squadra: proprio un consenso così diffuso dimostra che per cinque anni nessuno è stato escluso, abbiamo avuto attenzione per il paese intero». Dalla sua «enclave» di Locara Giuliano Gaspari, anima della lista civica «Insieme si può», parla di «risultato ottimo che premia questa squadra di giovani, compresi quelli che si riconoscono nel centro destra, che hanno deciso di lavorare insieme. L’obiettivo, ora, è mettere a frutto quel che abbiamo per poter far crescere giovani che tra cinque o 10 anni possano raccogliere il testimone. Sul piano politico», conclude Gaspari, «credo che l’errore l’abbia fatto la Lega, sopravvalutando appunto l’effetto Lega su una piazza così particolare come quella di San Bonifacio e questo risultato dimostra che contano le persone». Più schierata era la lista «San Bonifacio-Un territorio, una comunità con Provoli», nella quale è confluito in parte il Pd sambonifacese (che cinque anni fa aveva eletto Provoli) senza, peraltro, mettere in campo simboli di partito. Adriano Pimazzoni, il capolista, il giorno dopo il risultato del ballottaggio afferma: «Questa è una grandissima soddisfazione per la nostra aggregazione nata attorno ad alcuni esponenti del Pd. Siamo stati premiati per il lavoro fatto, ma anche per le proposte che abbiamo per il futuro di San Bonifacio. I cittadini hanno dimostrato di votare con coscienza e conoscenza al di là dei simboli, quasi valutando singolarmente ogni candidato di ciascuna delle liste in corsa». «Provoli ha battuto due volte Salvini», dice Pimazzoni con un certo orgoglio, «e lo ha fatto senza parlare mai dell’avversario ma offrendo prospettive di serenità per costruire, come diceva uno degli slogan di questa campagna, un futuro migliore». Secondo Gino Gozzi, anima della Lista Provoli, «il segreto è Provoli, il suo essere un leader importante, che opera con mitezza e autorevolezza e che è stato capace di far squadra nei cinque anni precedenti». «Il segreto è la coalizione composta di persone conosciute in paese, perché impegnate per professione o volontariato e tutte con una forte vocazione a impegnarsi nei confronti del territorio. Partiamo da un premio al lavoro fatto in cinque anni e da un impegno a mettere in campo ulteriori energie per migliorare ancora». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Paola Dalli Cani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Spettacoli

Sport

giro2019 giro2019