CHIUDI
CHIUDI

27.02.2020

Mercati senza la solita folla Pochi clienti e con mascherina

Due clienti del mercato con le mascherine
Due clienti del mercato con le mascherine

Meno di un quarto della gente che c’è di solito e tanti forfait anche tra gli ambulanti: a sentire gli esercenti ieri mattina regolarmente col loro banco al mercato settimanale di San Bonifacio, l’effetto delle misure di prevenzione alla diffusione del coronavirus è stato questo. Ad arrivarci, ieri al mercato, siamo incappati in una coppia che se ne andava dal mercato con la spesa, ma indossando la mascherina. Un certo effetto la cosa l’ha fatta, anche tra gli ambulanti. «Mah, non ho visto gente con la bocca coperta, ma se anche fosse non mi stupirei, le persone hanno paura», diceva un’ambulante di profumeria e bigiotteria. Nel nostro giro di tutto il mercato di mascherine non ne abbiamo più viste, caso mai pochissima gente e tanti spazi lasciati liberi da ambulanti che non si sono nemmeno presentati. «Sono misure che non si capiscono: niente mercati, all’aperto, ma centri commerciali al chiuso aperti. Lunedì eravamo tutti fermi», spiega ad una cliente una donna che vende abbigliamento, «ed è stato un danno. Con le regole più chiare siamo venuti ma credo che chiuderemo la giornata con costi superiori ai guadagni». Frutta e verdura portata dagli ortolani è rimasta in buona parte nelle cassette, «hanno fatto la corsa all’accaparramento e poi c’è la paura, anche se c’è per andare al mercato ma non all’ipermercato», diceva sconsolato uno degli ambulanti, «e questa è roba deperibile. Spero domani di recuperare qualcosa, ma temo che lo scenario sia lo stesso ovunque». Loro, gli ambulanti, ti fanno un sorriso così se ti fermi, guardi, chiedi e fai una parola prima ancora di comprare: «Siamo figli di un dio minore, pensano solo alla grande distribuzione». Paura? «Sono state date delle indicazioni di igiene e buon senso, spero bastino: a casa», dice un altro, «io non posso permettermi di starci». Semideserto, ieri mattina, è stato anche il mercato settimanale a Montecchia, mercato che il sindaco Attilio Dal Cero avrebbe volentieri fermato: «Pochissima gente in giro e più di qualche defezione da parte degli ambulanti. Vuole ridere? A mancare è stato anche l’ambulante che lunedì, ricevendo la comunicazione di sospensione del mercato, aveva minacciato di procedere con le carte bollate!» •

Paola Dalli Cani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie