CHIUDI
CHIUDI

25.06.2019

L’«Aperitivo in fiore» fa il tutto esaurito

L’arrivo a San Bonifacio dell’iniziativa promossa dall’Aido e dall’AvisL’assessore Giulio Furlani accoglie la staffetta a San Martino
L’arrivo a San Bonifacio dell’iniziativa promossa dall’Aido e dall’AvisL’assessore Giulio Furlani accoglie la staffetta a San Martino

Un successo straordinario, quello della prima edizione di «Aperitivo in fiore» che sabato sera ha affollato il centro di San Bonifacio come da anni non succedeva se non in occasione della fiera annuale di San Marco. Successo non solo fortunato, perché risparmiato dal previsto maltempo, ma anche inatteso, essendo il risultato di uno sforzo collettivo degli esercenti del centro, per la prima volta uniti per una causa comune: quella di animare il paese. Esercenti di bar e gastronomie, come pure dei negozi di ogni genere, farmacia compresa: tutti soddisfatti. Paola Valentini (farmacia San Giuseppe): «È stato un evento bellissimo, è piaciuto veramente, sia ai sanbonifacesi che a tanta gente venuta da fuori, che ha affollato corso Venezia soprattutto dalle 20 in poi, con un pienone alle 22. Da noi sono state numerose le donne che sono venute a farsi truccare, sia giovani che meno giovani, oltre le modelle previste. Incoraggianti i complimenti per questa iniziativa». Soddisfattissimo anche Alessandro Piccoli, uno dei principali organizzatori dell’ evento: «“Non abbiamo mai visto il centro così pieno” è stato il complimento della gente che più ci ha confortato, a parte il fatto che abbiamo lavorato tantissimo tutti, anche gli altri esercizi, cosa insolita rispetto anche alle precedenti notti bianche». E annuncia: «In luglio e a settembre faremo altri eventi analoghi. Intanto è pressoché sicura la preannunciata “Cena sotto le stelle” (la conferma tra alcuni giorni) per sabato 6 luglio, con una tavolata tra piazza Costituzione e corso Italia, con prenotazione a 25 euro. Quest’anno avrà per tema la pizza, ne avrà poi altri nelle prossime occasioni». Conclude Piccoli: «A settembre ripeteremo “Artisti di strada”, che ebbe grande successo l’anno scorso, e poi organizzeremo altri eventi a Natale e in seguito, anche approfittando del distretto urbano del commercio, che è una grossa opportunità per le iniziative che tendono a portare gente in paese». L’entusiasmo non gli manca. A parte il piccolo nucleo, già operante, di quelli del centro «storico», il traguardo di coalizzare tutto il corso sembrava irraggiungibile. •

Gianni Bertagnin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1