CHIUDI
CHIUDI

23.04.2019

Gli «Amici di Oberto», esordio con «Il Trovatore»

Simone Piazzola ne Il Trovatore
Simone Piazzola ne Il Trovatore

Un festival verdiano per promuovere il territorio sambonifacese come «luogo verdiano»: questa estate, sulla Motta, «Il Trovatore». Il concerto di presentazione dell’edizione 2019 del festival sarà domani, in Duomo. L’anima e lo spirito di Giuseppe Verdi rivivono a San Bonifacio nella neonata associazione culturale «Amici di Oberto». L’iniziativa nasce a seguito del grande successo dell’evento musicale di settembre al Parco della Motta, quando è andata in scena la prima opera di Verdi, «Oberto, Conte di San Bonifacio». «L’associazione Amici di Oberto», dice il presidente Giancarlo Rizzi, «nasce per promuovere il territorio come “luogo verdiano” per lo stretto collegamento storico che i resti del castello hanno con l’opera prima di Verdi. C’è inoltre la necessità di valorizzare le eccellenze musicali legate a San Bonifacio, che sono ottime, testimoni di un grande amore per la musica». Rizzi, direttore dalla carriera internazionale, in autunno debutterà a Vienna con il «Faust» di Gounod nel cartellone del Theater an der Wien, il migliore teatro d’Europa, dove si esibiva Mozart, dove Beethoven diresse la prima di molte sue sinfonie. «I personaggi dell’opera di Verdi», aggiunge Silvano Perlini, compositore, socio fondatore e vice dell’associazione, «siano essi realmente esistiti o frutto della fantasia del musicista, vissero e amarono proprio nei luoghi dove sorgono oggi le rovine del castello e la chiesetta medioevale della Motta». «I resti del castello di Oberto sono un luogo magico per la storia della musica», dice l’avvocato Matteo Fiorio, socio fondatore e segretario dell’associazione, «ed è qui che ha inizio la prima storia raccontata da Verdi. Per portare il nome di San Bonifacio nel mondo e per il grande pubblico è nata l’associazione Amici di Oberto, fondata da quei cittadini che si distinguono per la grande musica, in Italia e all’estero». Inoltre, per promuovere il progetto di un festival verdiano, domani, si terrà in Duomo un concerto-anteprima, con inizio alle 20.45. Si sta tra l’altro pensando all’istituzione di un premio. •

G.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1