CHIUDI
CHIUDI

24.08.2019

Due preziose statue restaurate

Le due preziose e ammalorate statue lignee del XIII secolo, da tempo immemorabile collocate nella chiesetta di Sant’Abbondio alla Motta a San Bonifacio, sono state salvate e restaurate grazie alla generosità di un folto gruppo di estimatori i quali si sono uniti alla parrocchia Da poco uscite dallo studio di una nota restauratrice vicentina, Alessandra Sella di Schio, saranno presentate domattina per la loro benedizione nella chiesetta di Sant’Abbondio, alla Motta, al termine della messa che sarà celebrata, alle 10, sul sagrato, come consuetudine in occasione della festività del patrono della Parrocchia. L’iniziativa, già proposta dal precedente parroco monsignor Miola, è stata avviata a conclusione, con le debite autorizzazioni, dall’attuale don Emilio Centomo, che ha trovato il sostegno di molte persone generose, in particolare i famigliari e gli ex dipendenti di Roberto Perlini (una targa in suo onore sarà scoperta accanto alle due statue). Queste rappresentano San Tommaso D’Aquino e quel San Bonifacio di Tarso che erroneamente in passato sembrava essere considerato il patrono del paese.

G.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1