CHIUDI
CHIUDI

09.07.2020 Tags: Caldiero

Ronde serali contro schiamazzi, bivacchi e vandalismi

Selfi del sindaco Lovato con due volontari  dell’Anc impegnati nelle ronde serali
Selfi del sindaco Lovato con due volontari dell’Anc impegnati nelle ronde serali

Hanno trascorso le serate dell'ultimo fine settimana facendo le ronde a Caldiero. L’obiettivo era quello di controllare i 15, tra parchi giochi ed aree verdi attrezzate con giostrine per bambini e anche per adulti, che sono stati chiusi dal sindaco Marcello Lovato, con un’ordinanza, tutti i giorni a partire dalla mezzanotte. Una limitazione che resterà in vigore fino al prossimo 15 agosto. In particolare, venerdì 26 e sabato 27 giugno, il sindaco e gli assessori, sono usciti assieme ai volontari della locale sezione dell'Associazione nazionale carabinieri, formando più squadre per verificare il rispetto delle disposizioni da parte dei caldieresi. Ricordiamo, infatti, che con le ordinanze sindacali numero 7 e 8, emanate lo scorso 17 giugno, sono stati disposti fino a Ferragosto il divieto di accesso a via Enrico Frassanito, situata in una zona periferica ancora disabitata, ed una limitazione oraria all’uso delle aree verdi e dei parchi giochi, dalla mezzanotte fino al mattino seguente. Questo per evitare assembramenti notturni che disturbano la quiete pubblica oltre che per scongiurare atti di vandalismo nei confronti delle attrezzature che si trovano nelle aree comunali aperte al pubblico, come panchine, cestini, giostrine e dell'arredo urbano. L'amministrazione comunale ha trovato come alleati in questa battaglia gli ex carabinieri. Infatti, in base alla delibera di Giunta del 3 giugno scorso, è stata stipulata una convenzione tra il Comune e la sezione di Caldiero dell’associazione nazionale carabinieri. Un accordo mirato al controllo e al monitoraggio delle aree comunali aperte al pubblico contro l’abbandono dei rifiuti. I volontari, pertanto, segnaleranno alle forze dell'ordine eventuali irregolarità. Così, nel rispetto del distanziamento sociale e indossando le mascherine, sindaco, amministratori e volontari hanno monitorato parchi urbani e giardinetti, facendo intanto informazione tra i residenti circa la chiusura dopo mezzanotte degli spazi verdi comunali. «Nonostante gli operatori esterni del municipio», sottolinea il primo cittadino, «fossero passati la scorsa settimana per pulire piazzole e giardini, abbiamo comunque trovato immondizia abbandonata nel Parco degli Artisti e nell'area verde adiacente il palazzo municipale, tra piazza Marcolungo e via Alighieri, chiamata parco degli Alpini». Si tratta dei due spazi presi maggiormente di mira a Caldiero da individui, anche ultraquarantenni, che si ritrovano di sera e di notte a gozzovigliare e bivaccare in paese». •

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie