Provocano incidenti e scappano Guidatori scoperti e denunciati

Un automobilista ubriaco provoca un incidente con feriti e poi scappa. Il guidatore di un mezzo agricolo urta un’auto e ferisce il conducente. Anche lui fugge, sperando di non essere rintracciato. Sono soltanto due episodi accaduti nell’ultima settimana, casi di polizia giudiziaria risolti dai carabinieri della compagnia di San Bonifacio. La prima vicenda è accaduta mercoledì scorso. Un cittadino originario del Brasile, residente a San Bonifacio, dopo aver causato un sinistro stradale con feriti, ha abbandonato il proprio veicolo ed è fuggito. Immediatamente rintracciato e sottoposto ad accertamento dell’alcol test, è stato trovato con un tasso pari a 2,10 g/l. Pertanto, come prevede la legge, è stato denunciato per omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale con feriti e guida in stato di ebrezza. Gli è stata anche sospesa la patente che gli sarà ritirata. Il giorno dopo, veniva denunciato in stato di libertà un italiano, anche lui residente a San Bonifacio, che dopo aver impattato violentemente con il proprio mezzo agricolo contro un veicolo in transito, ferendone il conducente, si allontanava senza prestare soccorso al ferito, con la speranza di farla franca. Anche quest’ultimo veniva identificato e denunciato per il reato di omissione di soccorso e lesioni personali colpose. Nella tarda serata di domenica, sempre a San Bonifacio, i carabinieri hanno denunciato un nordafricano alla guida della sua autovettura, trovato con un tasso alcolemico pari a 1,70 g/l; veniva quindi ritirata la patente, mentre l’auto veniva sottoposta a sequestro. Il bilancio dei carabinieri, al termine dell’attività di controllo svolta nell’ultima settimana, ha portato anche a una denuncia di un nord africano a seguito di rifiuto di sottoporsi all’esame alcolimetrico, con conseguente sospensione della patente, la denuncia in stato di libertà di un italiano per furto e di un altro per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, nonché la segnalazione alla prefettura di Verona di quattro persone, trovate in possesso di sostanza stupefacente per uso personale. I controlli dei carabinieri continueranno con la stessa assiduità anche nelle prossime settimane, con impegno massiccio di uomini e mezzi. Soltanto nell’ultima settimana sono state identificate oltre 800 persone e controllati 600 veicoli, ed eseguiti, nei casi sospetti, accurati accertamenti finalizzati alla ricerca di droga e refurtiva, allestendo posti di controllo lungo le principali vie di comunicazione del Veronese. Attraverso questo sistema di prevenzione, i carabinieri tentano di arginare fenomeni di criminalità come furti nelle case o nelle aziende, e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Il consumo di droga, assieme all’alcol, è spesso causa di incidenti stradali.•.

Suggerimenti