ARCOLE E SAN BONIFACIO

Ottobre in rosa, marcia non competitiva per la prevenzione del tumore al seno

Le partecipanti alla gara non competitiva (foto Dalli Cani)
Le partecipanti alla gara non competitiva (foto Dalli Cani)
La vie en rose 2021 (video Dalli Cani)

Prevenzione in movimento: sono state 350, oggi pomeriggio, a rispondere con entusiasmo all'invito lanciato con la terza edizione di La vie en rose, marcia non competitiva di sensibilizzazione alla prevenzione del tumore al seno. Arcole e San Bonifacio, punto di partenza e di approdo, hanno salutato le partecipanti impegnate su un percorso di cinque chilometri disegnato lungo l'argine del torrente Alpone. A guidarle i sindaci di Albaredo d'Adige, Arcole, Colognola ai Colli, Cazzano di Tramigna, Vestenanova, assieme ad una nutrita rappresentanza del Comune di San Bonifacio e assessori arrivati anche da Veronella, Monteforte d'Alpone, San Giovanni Ilarione.

 

 

Presente al gran completo anche l'equipe medica della Breast unit che all'ospedale Fracastoro di San Bonifacio si prende cura della salute della donna a cominciare dal fondamentale momento dello screening mammografico, strumento strategico per la diagnosi precoce. La marcia, proposta dalle amministrazioni comunali di Arcole e San Bonifacio assieme all'Ulss 9 Scaligera, ha potuto contare sulla preziosa collaborazione dell'Aido di San Bonifacio ma anche Avis, Commissione pari opportunità, Gruppo sportivo dilettantistico Valdalpone con la collaborazione del Sorriso di Beatrice Onlus, Andos ed un nutrito gruppo di sponsor. Graditissimo il pacco gara in cui le partecipanti hanno trovato a sorpresa una macedonia messa a disposizione da Coldiretti.

Paola Dalli Cani