CHIUDI
CHIUDI

06.07.2020 Tags: Val D'Illasi

Nuova Sp 10, si torna alla carica

La foto risale al gennaio 2013: documenta l’inizio dei lavori di prelievo di campioni di terreno per il proseguimento della Sp10  a Illasi...
La foto risale al gennaio 2013: documenta l’inizio dei lavori di prelievo di campioni di terreno per il proseguimento della Sp10 a Illasi...

Il comitato #Sp 10 Tutta! prende spunto dall’approvazione dell’ultimo avanzo di amministrazione della Provincia per riproporre una campagna di raccolta firme a favore del completamento della nuova strada provinciale 10 della Val d’Illasi, ferma da anni all’incrocio con via Carrozza di Colognola ai Colli. La Provincia aveva già deliberato, in occasione della precedente approvazione del bilancio consuntivo, la destinazione di 16 milioni di euro per la realizzazione del tratto da Colognola a Illasi, con l’impegno di studiare la modalità di finanziare anche il tratto successivo fino a Tregnago. Lo scorso marzo doveva partire una campagna di raccolta firme nei gazebo davanti alle chiese al termine delle messe domenicali, poi sospesa per le normative di prevenzione legate all’emergenza Covid-19. Ora il comitato rilancia l’iniziativa, ma al fine di evitare inutili e pericolosi assembramenti dalla prima settimana di luglio è partita la consegna a porta a porta in tutta la Val d’Illasi di un volantino in cui è spiegata la possibilità di firmare on line sulla pagina Facebook SP 10 Tutta! #Ora tocca a noi, oppure di utilizzare gli spazi predisposti sul retro del volantino per raccogliere firme a favore del completamento dell’arteria. I volantini firmati vanno consegnati entro il 15 agosto nei bar Boomerang di Illasi, Elias di Cellore, Dai Butei di Tregnago, Da Toni di Cogollo, in Piassa Cafè di Badia Calavena e Da Lilly di Selva di Progno. Il comunicato invita a leggere e sottoscrivere la petizione che chiede alla Provincia di finanziare il lotto H nel tratto da Illasi a Tregnago della strada provinciale 10, «perché la Val d’Illasi è l’unica valle senza una strada a scorrimento veloce della nostra provincia; perché è un'opera attesa da vent’anni e ora è al primo posto nell’elenco delle priorità previste dalla Provincia». E, si aggiunge, «perché, finalmente dopo molti anni, ora ci sono le risorse economiche per completare l’opera, di cui è stato finanziato solo il tratto da Colognola ai Colli a Illasi, mentre l’Sp10 ha senso solo se realizzata per intero sul nuovo tracciato». «Vieni a firmare!» è l’invito conclusivo degli organizzatori e del Comitato che così intende dare in segnale forte alla politica e agli amministratori per il completamento urgente e completo della Sp 10. Nel Consiglio provinciale di lunedì scorso, il presidente Manuel Scalzotto ha menzionato esplicitamente la Sp 10 dicendo: «Abbiamo individuato, nei parametri di legge, la possibilità di potenziare a breve, almeno temporaneamente, le risorse umane per lo sviluppo dei grandi progetti: scuole come il Giorgi, la variante alla strada provinciale 10, la sistemazione del Palazzo Scaligero, le infrastrutture». Dunque la strada è nei pensieri e nelle intenzioni della Provincia: «Abbiamo i conti in ordine. Ci troviamo però di fronte a un paradosso: al crescere dell'avanzo di bilancio corrisponde un calo del personale», ha sottolineato il presidente, chiedendo al governo, attraverso l’Unione Provincie Italiane, «la possibilità di procedere a nuove assunzioni e la riduzione dei tempi di alcune procedure di gara, consentendo così di investire nei propri territori fondi già a disposizione, in un momento di crescente difficoltà economica». •

Vittorio Zambaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie