«Non mi fermo» Ceretta punta al mandato bis

Alessandro Ceretta: il sindaco ha scelto di ricandidarsi FOTO DIENNE
Alessandro Ceretta: il sindaco ha scelto di ricandidarsi FOTO DIENNE
Alessandro Ceretta: il sindaco ha scelto di ricandidarsi FOTO DIENNE
Alessandro Ceretta: il sindaco ha scelto di ricandidarsi FOTO DIENNE

Il sindaco si candida a sindaco. Dunque ad Arcole si profila una sfida a due per le prossime elezioni amministrative: l'ex segretaria comunale Gabriella Zampicinini cercherà di strappare la fascia tricolore ad Alessandro Ceretta, sceso a sua volta in campo ufficialmente. «I risultati di questi cinque anni sono stati molti e sono ben visibili in tutto il territorio», commenta il sindaco uscente Ceretta, 41 anni, «Tutte le opere sono state realizzate senza mai ricorrere a mutui, ma grazie a contributi a fondo perduto da parte di enti ed istituzioni e al lavoro certosino di risparmio e riduzione dei costi di gestione dell'ente locale. La voglia di continuo rinnovamento e la spinta rinnovatrice del nostro gruppo non si è certo esaurita in questi cinque anni, anzi. La profonda conoscenza del territorio e delle richieste dei cittadini, mi spinge a continuare nel lavoro avviato nel primo mandato e per questo annuncio che il sottoscritto si ricandida a sindaco alle elezioni comunali del prossimo autunno, assieme a molti dei consiglieri uscenti, ma inserendo in lista anche altre persone interessate ad un progetto concreto e volto al futuro della nostra comunità». «È nostro intendimento proseguire con l'opera di ammodernamento del paese», annuncia il sindaco uscente, «lavorando per la costante manutenzione del territorio, l'incremento dei servizi alla persona, la vivibilità e la mobilità sostenibile. Il nuovo grande parco attrezzato che intendiamo realizzare in pieno centro, vicino a piazza Poggi, è un esempio della nostra visione del paese: una realtà sostenibile ben integrata nell'ambiente circostante, che sappia dare tutti i servizi necessari ad un paese moderno con piste ciclabili, connettività, attenzione ai giovani, alle famiglie e agli anziani, cercando di sviluppare il più possibile il tessuto economico e imprenditoriale del territorio». «I nostri valori di riferimento sono quelli del centrodestra e la nostra forza è un gruppo coeso, che ha saputo in questi anni dare stabilità amministrativa ad Arcole», conclude Ceretta, «dando le risposte che i cittadini chiedevano e mantenendo, con spirito di servizio, gli impegni presi in campagna elettorale. Risultati come quelli raggiunti in questi anni infatti, si possono ottenere solo se si amministra senza veti incrociati, senza alleanze politiche innaturali e con idee e obiettivi chiari, nella massima lealtà e trasparenza». •.

Suggerimenti