CHIUDI
CHIUDI

15.07.2020 Tags: Val D'Alpone

Monumento a chi aiutò nei giorni dell’alluvione

I vigili del fuoco per le strade di Monteforte nel 2010, nei giorni dell’alluvione
I vigili del fuoco per le strade di Monteforte nel 2010, nei giorni dell’alluvione

Un monumento alla solidarietà nel decennale della drammatica alluvione del novembre 2010: data la difficile situazione odierna, conseguente all’emergenza sanitaria, l’omaggio potrebbe essere limitato ad una targa, ma quel che conta è la decisione, sposata dall’intero Consiglio comunale, di dedicare un segno permanente alle centinaia e centinaia di sconosciuti che arrivarono in paese per dare una mano a liberare le abitazioni dal fango, ai tanti volontari appartenenti ad associazioni, alle istituzioni e ai privati, come ai tanti montefortiani corsi ad aiutare i compaesani in quella situazione di difficoltà. La proposta, contenuta in una mozione presentata dai consiglieri Teresa Ros, Anna Maria Gini ed Umberto Trevisan (Monteforte si può fare), è stata votata infatti all’unanimità e alla realizzazione del progetto lavorerà, come proposto dal sindaco Roberto Costa, l’intero Consiglio, in occasione di una seduta dedicata espressamente a questo argomento. La proposta del gruppo di Ros era di realizzare un monumento che, nel decennale dell’alluvione, «omaggi e ricordi le tante azioni di aiuto concreto per le quali, ancora oggi, i montefortiani si sentono riconoscenti» e che venga composta una commissione dedicata alla realizzazione del progetto: un progetto definito «attuale più che mai perché anche in occasione di questa recente emergenza, i montefortiani hanno dimostrato la capacità di essere solidali». Favorevole al monumero della solidarietà Andrea Savoia (Tradizione nel futuro) e la maggioranza del sindaco Costa: «I consiglieri Arianna Tregnaghi ed Oriano Bertuzzi sono al lavoro da tempo, in vista dell’anniversario della terribile alluvione, perché è giusto ringraziare chi ci diede una mano. Dieci anni fa arrivarono moltissime persone e nella stragrande maggioranza dei casi nemmeno sapevamo da dove provenissero», ha ricordato in assemblea il sindaco. Poi la richiesta di modificare la mozione, optando per una meno onerosa targa, trasformando il Consiglio in commissione ma anche chiedendo l’impegno di tutti ad aprire la caccia ad uno sponsor: chi lo sa, magari il monumento, così significativo per tutti, potrebbe addirittura arrivare in dono. •

Paola Dalli Cani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie